CERCA:
LOGIN:           
SERVIZI

CIRCOLARI TP PUBBLICATE

Tematiche riguardanti i professionisti


 Titolo  Area  Data inserimento 
     L’autonoma organizzazione IRAP e la giurisprudenza della Corte di Cassazione  

Secondo il consolidato orientamento della Corte di Cassazione, i lavoratori autonomi possono essere assoggettati a IRAP soltanto se si avvalgono di un'autonoma organizzazione per l'esercizio dell'attività. In mancanza di una specifica fonte normativa di riferimento circa i presupposti che integrano la sussistenza di un’organizzazione autonoma, è necessario osservare le indicazioni della giurisprudenza di legittimità.

 CP  18/05/2018 
     Le condizioni che legittimano la deducibilità fiscale delle perdite su crediti 

Nel corso degli ultimi anni la disciplina fiscale delle perdite su crediti è stata oggetto di reiterate modifiche, che hanno grandemente ampliato i presupposti che legittimano la deducibilità fiscale di tali componenti negativi. Esaminiamo di seguito le fattispecie che integrano la definitività della perdita ai fini della conseguente deduzione dal reddito.

 CP  08/05/2018 
     I profili fiscali delle nuove società tra avvocati 

La L. 124/2017 ha introdotto la possibilità di esercitare la professione forense nella forma di società di capitali, di società di persone e di società cooperative, legittimando peraltro l'ingresso nella compagine sociale di soci finanziatori, non professionisti. Esaminiamo di seguito i profili fiscali delle nuove società tra avvocati.

 CP  20/04/2018 
     La dibattuta questione dell'incasso giuridico del TFM rinunciato 

Con la Norma di comportamento n. 201/2018, l'AIDC è intervenuta sulla dibattuta questione degli effetti fiscali conseguenti alla rinuncia al TFM da parte dei soci - amministratori, sostenendo una tesi diametralmente opposta all'interpretazione resa dall’Agenzia delle Entrate nella famigerata RM n. 124/E/2017.

 CP  06/04/2018 
     Nuovi chiarimenti sulla dichiarazione integrativa a favore del contribuente 

Nel corso degli incontri d'inizio anno con la stampa specializzata, l’Agenzia delle Entrate ha reso alcuni importanti chiarimenti sulla disciplina della dichiarazione integrativa a favore del contribuente e, in particolare, sulle modalità di utilizzo del credito emergente.

 CP  23/03/2018 
     Nuovi chiarimenti sulla rottamazione bis 

Nel corso degli incontri d'inizio anno con la stampa specializzata, l’Agenzia delle Entrate - Riscossione ha reso alcuni chiarimenti sugli aspetti di maggiore interesse e criticità della nuova definizione agevolata delle somme iscritte a ruolo, tra cui le conseguenze della revoca della domanda di definizione o dell'omessa indicazione del numero di rate, i rapporti con la definizione delle liti pendenti, con il pignoramento presso terzi e con il fermo amministrativo.

 CP  09/03/2018 
     Comunicazione dati liquidazioni IVA: la regolarizzazione in dichiarazione annuale 

L'omessa o errata trasmissione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA 2017 può essere regolarizzata direttamente nell'ambito del modello IVA 2018, da presentare entro il 30.4.2018. Tale modalità di regolarizzazione potrebbe risolvere alcune delle difficoltà determinate dalla prassi adottata dall'Agenzia delle Entrate di notificare l'avviso bonario per ciascun omesso versamento dell'IVA a debito risultante dalle liquidazioni periodiche.

 CP  23/02/2018 
     L'abrogazione della scheda carburante 

La "Legge di Bilancio 2018" ha abrogato la disciplina della scheda carburante, introducendo, a decorrere dal 1.7.2018, l'obbligo di documentare gli acquisti di carburante per autotrazione effettuati presso gli impianti stradali di distribuzione, esclusivamente a mezzo di fatture elettroniche. Ai fini della detrazione IVA e della deduzione della spesa è poi fatto obbligo di acquistare il carburante esclusivamente con strumenti di pagamento tracciabili.

 CP  09/02/2018 
     L'adozione della contabilità semplificata per cassa 

I soggetti che nel 2017 non hanno superato determinati limiti di ricavi, differenziati in base all'attività esercitata, possono adottare la contabilità semplificata per cassa. Esaminiamo di seguito le condizioni e i vincoli per l'applicazione del nuovo regime riservato alle imprese di minori dimensioni.

 CP  26/01/2018 
     Il nuovo calendario per la rottamazione delle somme iscritte a ruolo 

Con le modifiche apportate in sede di conversione in legge del DL 148/2017, la riapertura dei termini per la definizione agevolata dei carichi affidati all'Agente della riscossione dal 1.1.2000 al 31.12.2016, riguarda anche i contribuenti che non hanno presentato la domanda di adesione alla rottamazione entro lo scorso 21.4.2017. La legge di conversione ha poi rimodulato il calendario degli adempimenti necessari per beneficiare della nuova definizione agevolata.

 CP  12/01/2018 
     Il credito d'imposta per investimenti pubblicitari 

L’investimento in campagne pubblicitarie sulla stampa e sulle radiotelevisioni può consentire di beneficiare di un credito d'imposta, da utilizzare in compensazione nel modello F24. L'agevolazione compete anche ai lavoratori autonomi, compresi quelli iscritti a un Ordine o a un Albo professionale, e costituisce un valido incentivo all'impiego di strumenti pubblicitari per accrescere e sviluppare la propria attività.

 CP  15/12/2017 
     L'obbligo di fatturazione elettronica nelle operazioni tra privati 

Il DDL "Bilancio 2018" prevede l'introduzione dell'obbligo di fatturazione elettronica nei rapporti fra privati con effetto dal 1.1.2019. I documenti elettronici dovranno essere veicolati attraverso il Sistema di Interscambio dell’Agenzia delle Entrate. Il nuovo adempimento potrebbe costituire una concreta opportunità di sviluppo per i professionisti della sfera contabile e fiscale, chiamati ad affiancare la clientela nella gestione dei profondi mutamenti ai consolidati processi amministrativi.

 CP  01/12/2017 
     Le nuove prestazioni occasionali 

L’abrogazione del lavoro accessorio ha imposto l'introduzione di un nuovo strumento per gestire tutte quelle prestazioni, quali, ad esempio, piccoli lavori domestici, insegnamento privato e assistenza domiciliare a bambini, anziani e disabili, difficilmente inquadrabili nell'ambito del lavoro subordinato. Le nuove prestazioni occasionali sono strutturate in due diverse tipologie contrattuali, sulla base della qualità del committente (persona fisica o esercente attività d'impresa o di lavoro autonomo).

 CP  17/11/2017 
     La compensazione orizzontale e le nuove limitazioni in arrivo 

Nell'ambito del DDL "Bilancio 2018" è prevista un'ulteriore stretta alle procedure di compensazione nel modello F24 dei crediti tributari. Alle stringenti limitazioni introdotte dal DL 50/2017, infatti, dovrebbe affiancarsi la facoltà dell'Agenzia delle Entrate di sospendere, per un massimo di 30 giorni, l'esecuzione delle deleghe di pagamento contenenti compensazioni che presentano taluni profili di rischio.

 CP  03/11/2017 
     La nuova rottamazione delle somme iscritte a ruolo 

Nell'ambito del DL 148/2017, c.d. "Collegato alla Legge di Bilancio 2018", è stata riproposta la possibilità di definire, beneficiando dello sconto delle sanzioni e degli interessi di mora, le somme iscritte nei ruoli affidati agli Agenti della riscossione nel periodo 1.1 - 30.9.2017. La nuova versione della rottamazione, inoltre, prevede la rimessione in termini dei contribuenti che non sono riusciti a rispettare le scadenze di luglio e settembre, a condizione che il debito scaduto sia integralmente pagato entro il prossimo mese di novembre. Da ultimo è disposta la riammissione alla rottamazione delle richieste di adesione rigettate in occasione della precedente definizione agevolata, a causa del mancato pagamento delle rate scadute a fine 2016.

 CP  20/10/2017 
     Gli effetti della proroga dei termini di presentazione delle dichiarazioni 

Il DPCM 26.7.2017 ha prorogato al 31.10.2017 il termine di presentazione delle dichiarazioni riferite al periodo d'imposta 2016 (modello REDDITI, modello IRAP e modello 770). La proroga assume rilievo su svariati adempimenti collegati al termine di presentazione della dichiarazione, tra cui la regolarizzazione degli omessi e/o insufficienti versamenti mediante il ravvedimento operoso, la stampa dei registri contabili e la presentazione delle dichiarazioni omesse.

 CP  06/10/2017 
     Nuovi obblighi informativi per i professionisti iscritti a ordini e collegi 

La Legge annuale per il mercato e la concorrenza ha introdotto l'obbligo di comunicare alla clientela, all'atto del conferimento dell'incarico, la misura del compenso della prestazione professionale. La L. 124/2017 ha poi rivisitato la disciplina dell'esercizio in forma societaria della professione forense, ammettendone la costituzione anche sotto forma di società di capitali o di cooperative.

 CP  22/09/2017 
     Le procedure per la cessione del credito ecobonus 

L'Agenzia delle Entrate ha definito le modalità operative per la cessione della detrazione d'imposta maturata a seguito degli interventi antisismici e di riqualificazione energetica eseguiti su parti comuni condominiali. Il credito d'imposta può essere ceduto ai fornitori dei beni e servizi necessari per la realizzazione degli interventi agevolati o ad altri soggetti privati, i quali possono a loro volta cedere il credito acquisito. Tale opportunità assume particolare rilievo per le persone che non evidenziano un'imposta lorda da cui scomputare la detrazione, nonché per coloro che non dispongono di sufficienti risorse finanziarie per sostenere i costi degli interventi agevolati.

 CP  08/09/2017 
     La Comunicazione dati fatture 

Nell'attesa dell'annunciata proroga del termine di presentazione della Comunicazione dati fatture relativa al primo semestre 2017, pare opportuno riepilogare le principali caratteristiche del nuovo adempimento, sulla base dei chiarimenti finora resi dall'Agenzia delle Entrate.

 CP  11/08/2017 
     Il modello 770 e il delitto di omesso versamento di ritenute certificate 

Con il Comunicato stampa n. 131/2017, il MEF ha annunciato la proroga al 31.10.2017 del termine per la presentazione del modello 770/2017. La proroga comporta l'automatico slittamento del termine per regolarizzare, mediante l'istituto del ravvedimento operoso, gli omessi e/o tardivi versamenti delle ritenute operate nel 2016. La nuova scadenza costituisce anche il momento rilevante affinché si consumi il reato penale di omesso versamento di ritenute certificate, punito con la reclusione da 6 mesi a 2 anni.

 CP  28/07/2017 
     Le nuove procedure di notifica degli atti di accertamento e riscossione 

Il DL 193/2016 è intervenuto sulla disciplina della notificazione telematica degli atti tributari, prevedendo che la notifica degli avvisi di accertamento e degli atti della riscossione possa avvenire sulla casella PEC del contribuente. Tale modalità alternativa di notifica può essere richiesta anche dai privati cittadini e, comunque, dai soggetti che non sono obbligati a disporre di un indirizzo di posta elettronica certificata. Con il Provvedimento 28.6.2017, l'Agenzia delle Entrate ha definito le procedure di compilazione e di trasmissione telematica di tale richiesta.

 CP  17/07/2017 
     Le prestazioni gratuite dei professionisti e le cautele da adottare 

La giurisprudenza di merito e di legittimità ritiene che lo svolgimento di attività professionali a titolo gratuito costituisca una condotta antieconomica, che può celare l'incasso di compensi in evasione d'imposta. L'Amministrazione finanziaria può quindi legittimamente fondare la propria pretesa impositiva sulla base di tale presunzione, sempre che il contribuente non sia in grado di giustificare, con motivazioni plausibili, le ragioni che lo hanno indotto a tale comportamento, che si pone in contrasto con la naturale onerosità delle prestazioni professionali.

 CP  30/06/2017 
     Lo scomputo delle perdite nell'accertamento 

Con CM n. 15/E/2017, l'Agenzia delle Entrate ha reso le attese indicazioni operative sulle modalità e i termini per il computo in diminuzione delle perdite fiscali nell'ambito dei procedimenti di accertamento ordinario e con adesione. Tra i vari chiarimenti assume particolare rilievo la possibilità, riconosciuta ai soggetti aderenti alla tassazione di gruppo, di utilizzare le perdite conseguite anteriormente all'esercizio dell'opzione per il consolidato.

 CP  16/06/2017 
     Rilascio del visto di conformità: obblighi e cautele 

Il visto di conformità consente la compensazione orizzontale dei crediti erariali e l'esecuzione dei rimborsi per importi superiori a determinati limiti, come pure la definizione dei rapporti con l'Erario in caso di presentazione del modello 730. Questo importante strumento di semplificazione e razionalizzazione del sistema tributario può essere rilasciato soltanto da alcune specifiche tipologie di professionisti, in possesso di determinati requisiti. Tale attività, tuttavia, presenta diversi profili di complessità e antieconomicità di cui è opportuno tenere conto.

 CP  01/06/2017 
     Jobs Act autonomi: le novità fiscali 

Lo scorso 10 maggio il Senato ha approvato in via definitiva il DDL n. 2233-B, ossia il c.d. “Jobs Act del Lavoro Autonomo”, in attesa di pubblicazione nella GU. Tra le tante importanti novità recate dall’atteso provvedimento, assumono particolare rilievo, almeno in ambito fiscale, le nuove e più favorevoli misure di deducibilità delle spese di formazione professionale, l’esclusione dalla formazione del reddito di tutte le spese prepagate dal committente e l’estensione delle norme di contrasto ai ritardi nei pagamenti alle transazioni dei lavoratori autonomi.

 CP  19/05/2017 
     La definizione agevolata delle controversie fiscali 

Con l’intento di deflazionare il contenzioso tributario pendente nei diversi gradi di giudizio e, soprattutto, di recuperare risorse, la “Manovra Correttiva 2017” introduce una nuova forma di definizione agevolata delle controversie tributarie in cui è parte l’Agenzia delle Entrate. La procedura consente la chiusura delle liti pendenti con la presentazione, entro il 30.9.2017, di una specifica richiesta e con il pagamento degli importi in contestazione e degli interessi per ritardata iscrizione a ruolo, al netto, dunque, delle sanzioni collegate al tributo e degli interessi di mora.

 CP  05/05/2017 
     La Manovra correttiva e le novità fiscali in arrivo 

Il Consiglio dei Ministri tenutosi lo scorso 11 aprile ha approvato un decreto legge contenente, tra l’altro, le annunciate misure fiscali per il reperimento delle risorse necessarie all’aggiustamento strutturale dei conti pubblici imposto dalla Commissione europea. Tra queste assumono particolare rilievo l’ennesima stretta alle compensazioni dei crediti fiscali, l’estensione dello split payment ai professionisti e la drastica riduzione del termine per esercitare il diritto alla detrazione dell’IVA.

 CP  21/04/2017 
     La disciplina fiscale delle operazioni in bitcoin 

Il bitcoin è una moneta virtuale, alternativa a quelle tradizionali aventi corso legale, utilizzata come mezzo di pagamento nelle transazioni elettroniche. Con RM n. 72/E/2016, l’Agenzia delle Entrate ha reso i primi chiarimenti sugli aspetti fiscali connessi a tale peculiare criptovaluta, sempre più diffusa negli scambi commerciali sul web.

 CP  07/04/2017 
     Rottamazione dei ruoli: primi chiarimenti 

Con CM n. 2/E/2017, l’Agenzia delle Entrate ha reso alcuni importanti chiarimenti circa l’effettivo ambito di applicazione della definizione agevolata delle somme iscritte a ruolo, nonché sugli effetti della procedura sul contenzioso in corso. Nel Consiglio dei Ministri previsto per questo pomeriggio, dovrebbe essere disposta la proroga al 21.4.2017 del termine per l’adesione alla “rottamazione”.

 CP  24/03/2017 
     I servizi immobiliari: novità e conferme 

Con il Regolamento n. 1042/2013/UE, la Commissione europea ha fornito le linee guida per la corretta applicazione dell’IVA nelle prestazioni di servizi relative a beni immobili, ampliando peraltro il novero delle operazioni soggette al peculiare criterio territoriale dei servizi immobiliari. Oltre che per i professionisti del settore immobiliare, le nuove regole assumono rilievo anche per coloro che operano nel variegato mondo delle fiere e delle esposizioni.

 CP  10/03/2017 
     Il Decreto Milleproroghe e il nuovo spesometro (semestrale nel 2017) 

Il DDL di conversione del DL 244/2016 ha modificato, pur limitatamente al 2017, i termini di presentazione del nuovo spesometro, prevedendone l’invio su base semestrale anziché trimestrale. Il DDL prevede poi la soppressione di alcuni adempimenti e la reintroduzione dell’obbligo di presentazione dei modelli INTRASTAT acquisti.

 CP  24/02/2017 
     Il regime contributivo agevolato dei contribuenti forfetari 

I contribuenti forfetari esercenti attività d’impresa, tenuti alla contribuzione previdenziale alla Gestione INPS artigiani e commercianti, possono beneficiare di uno specifico regime contributivo agevolato. Per richiedere l’applicazione del regime nel 2017, occorre presentare un’istanza telematica all’INPS entro il prossimo 28.2.2017. Dall’adempimento sono esclusi i contribuenti forfetari che hanno già comunicato l’adesione al regime contributivo agevolato nel 2016. Esaminiamo di seguito le caratteristiche e le modalità di accesso al regime contributivo agevolato, evidenziando vieppiù le (poche) novità apportate agli aspetti fiscali e contabili del regime forfetario.

 CP  10/02/2017 
     Nuovi adempimenti e agevolazioni per i condomini 

La “Legge di Bilancio 2017” annovera alcune importanti disposizioni espressamente destinate ai condomini. Oltre a prorogare le detrazioni fiscali previste per gli interventi di recupero edilizio, resistenza sismica degli immobili e riqualificazione energetica, sono state introdotte specifiche maggiorazioni della misura della detrazione, riconosciute per gli interventi eseguiti sulle parti comuni degli edifici. A tali agevolazioni si affiancano alcune modifiche agli adempimenti fiscali richiesti ai condomini, nonché nuovi obblighi di tracciabilità delle spese.

 CP  27/01/2017 
     Le spese di missione sostenute nello svolgimento dell’incarico professionale 

La L. 225/2016, di conversione del DL 193/2016, ha incluso tra le spese che non costituiscono compensi in natura per il professionista, anche i rimborsi delle spese per prestazioni di viaggio e trasporto. A tale importante novità, applicabile dal periodo d’imposta 2017, dovrebbe presto affiancarsi l’esclusione dal novero dei compensi in natura di tutte le spese relative all’esecuzione dell’incarico professionale, sostenute direttamente dal committente, prevista dal c.d. “Jobs Act del lavoro autonomo”.

 CP  13/01/2017 
     Le nuove scadenze fiscali e l'implementazione della moratoria estiva 

La L. 225/2016, di conversione del DL 193/2016, ha introdotto significative modifiche alle scadenze degli adempimenti fiscali, rimodulando i termini di versamento delle imposte e introducendo una moratoria estiva per la consegna dei documenti all’Agenzia delle Entrate. Le nuove regole accolgono le indicazioni emerse dal c.d. Tavolo sulle semplificazioni e rispondono all’esigenza di evitare il sovrapporsi di più scadenze fiscali nello stesso periodo.

 CP  16/12/2016 
     I nuovi termini di presentazione della dichiarazione integrativa a favore 

Il DL 193/2016 ha finalmente uniformato i termini di presentazione della dichiarazione integrativa, a favore e a sfavore del contribuente, sino al quinto anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione originaria. Sono state tuttavia previste alcune limitazioni all’utilizzo in compensazione del credito risultante dalla dichiarazione integrativa presentata oltre il termine d’invio di quella dell’anno successivo. Esaminiamo di seguito la nuova disciplina, applicabile dallo scorso 24.10.2016.

 CP  02/12/2016 
     Il nuovo regime per cassa delle imprese in contabilità semplificata 

Il DDL “Bilancio 2017” prevede che le imprese in contabilità semplificata determinino il reddito per cassa, anziché per competenza. A questi contribuenti sono poi riservate alcune semplificazioni contabili per l’annotazione dei componenti positivi e negativi di reddito. Esaminiamo di seguito il nuovo regime di determinazione del reddito che, se confermato nel corso dell’iter di approvazione della “Legge di Bilancio 2017”, troverà applicazione dal prossimo anno.

 CP  18/11/2016 
     Le nuove comunicazioni IVA trimestrali 

Il DL 193/2016, c.d. “Collegato alla Legge di Bilancio 2017”, ha introdotto due nuove comunicazioni obbligatorie in materia di IVA. Dal prossimo anno, in particolare, i soggetti passivi saranno tenuti a comunicare con cadenza trimestrale i dati delle fatture emesse e ricevute in ciascun trimestre, nonché i dati delle liquidazioni periodiche IVA effettuate. L’Agenzia delle Entrate potrà quindi monitorare in tempo pressoché reale il corretto adempimento degli obblighi IVA, invitando tempestivamente i contribuenti a regolarizzare le omissioni eventualmente riscontrate.

 CP  04/11/2016 
     L’opponibilità del fondo patrimoniale alla pretesa tributaria 

Il fondo patrimoniale costituisce un valido strumento giuridico di tutela dei beni espressamente destinati a sostenere i bisogni della famiglia. La dibattuta opponibilità del fondo all’esecuzione tributaria è stata recentemente esaminata dalla Corte di Cassazione che, oltre a confermare il proprio costante orientamento circa la necessaria correlazione diretta tra debiti e bisogni familiari, ha espressamente escluso qualsiasi automatica inerenza alle esigenze familiari dei debiti tributari derivanti dall’attività imprenditoriale o professionale di uno dei coniugi. Detta inerenza deve quindi essere valutata caso per caso e, a tal fine, può assumere rilievo la natura stessa del debito tributario.

 CP  21/10/2016 
     Chiarimenti sulla riammissione alla dilazione degli istituti deflativi 

Con CM n. 41/E/2016, l’Agenzia delle Entrate ha reso gli attesi chiarimenti sulla possibilità, riservata ai contribuenti decaduti dal beneficio della rateazione delle somme dovute a seguito di adesione o di acquiescenza all’accertamento nel periodo 16.10.2015 - 1.7.2016, di ottenere un nuovo piano di rientro. La relativa istanza deve essere presentata al competente Ufficio dell’Agenzia delle Entrate entro il 20.10.2016.

 CP  07/10/2016 
     Le anticipazioni in nome e per conto del cliente 

Affinché i rimborsi delle spese sostenute in nome e per conto del cliente siano esclusi dal computo della base imponibile IVA e non concorrano alla formazione del reddito di lavoro autonomo, è necessario che ricorrano le condizioni dettate dall’art. 15, DPR 633/1972. In alternativa è comunque possibile considerare tali anticipazioni quali compensi imponibili, portando in deduzione i relativi costi.

 CP  23/09/2016 
     La nuova disciplina delle note di variazione IVA 

La “Legge di Stabilità 2016” ha rimodulato la disciplina delle variazioni dell’imponibile e dell’imposta, introducendo, tra l’altro, nuove e più favorevoli disposizioni circa le modalità e i termini per il recupero dell’IVA vantata nei confronti di debitori assoggettati a procedure esecutive e concorsuali. L’efficacia delle nuove regole, tuttavia, è stata espressamente rimandata al prossimo anno.

 CP  09/09/2016 
     Nuova chance di riammissione alla dilazione dei ruoli e degli istituti deflativi 

In sede di conversione in legge del DL 113/2016, recante misure finanziarie urgenti per gli enti locali, è stata prevista una nuova opportunità di riammissione alla dilazione delle somme iscritte a ruolo, in favore dei contribuenti che sono decaduti da un precedente piano di rateazione dei debiti tributari entro il 1.7.2016. La riammissione alla dilazione riguarda anche i contribuenti decaduti da un piano di dilazione concesso dall’Agenzia delle Entrate a seguito della definizione o dell’omessa impugnazione di atti di accertamento, nel periodo compreso tra il 16.10.2015 e il 1.7.2016. La facoltà di ripristino delle rateazioni decadute è poi concessa, a regime, anche ai contribuenti che hanno in corso un piano di rientro accordato prima dell’entrata in vigore della “Riforma della riscossione”. Infine, la soglia entro la quale è possibile ottenere la dilazione con la presentazione di una semplice richiesta è incrementata a € 60.000.

 CP  05/08/2016 
     I termini di presentazione della dichiarazione integrativa 

Con la Sentenza 30.6.2016, n. 13378, le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno reso importanti indicazioni circa la possibilità di emendare la dichiarazione dei redditi presentando un’integrativa a favore del contribuente. Tale facoltà è esercitabile non oltre il termine prescritto per la presentazione della dichiarazione relativa al periodo d’imposta successivo, con compensazione del credito eventualmente risultante. Resta fermo il termine di 48 mesi dal pagamento per richiedere il rimborso e, comunque, è sempre possibile opporsi in sede contenziosa alla maggiore pretesa tributaria dell’Amministrazione finanziaria, evidenziando gli errori, di fatto o di diritto, commessi nella redazione della dichiarazione e incidenti sull’obbligazione tributaria.

 CP  22/07/2016 
     L'utilizzo dei crediti d’imposta da omessa dichiarazione 

Nella CM n. 21/E/2013, l’Agenzia delle Entrate ha dettato le procedure da osservare per ottenere il riconoscimento, sulla base delle scritture e dei documenti contabili esibiti, delle eccedenze d’imposta a credito maturate in annualità per le quali i contribuenti hanno omesso la presentazione delle relative dichiarazioni. Esaminiamo di seguito le modalità per il riconoscimento a posteriori delle eccedenze d’imposta generatesi in annualità per le quali non è stata presentata la relativa dichiarazione.

 CP  08/07/2016 
     Gli errori nel versamento delle imposte 

I versamenti delle imposte dovute in base alle dichiarazioni annuali possono essere eseguiti, in un’unica soluzione o in forma rateale, entro i 30 giorni successivi all’ordinaria scadenza di legge, applicando sulle somme dovute la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo. Esaminiamo di seguito gli effetti dell’omesso o errato assolvimento della maggiorazione dello 0,40% e le relative modalità di regolarizzazione.

 CP  24/06/2016 
     Le dilazioni in corso rilevano ai fini dell’accesso semplificato alla rateizzazione di nuovi ruoli 

Per effetto delle modifiche apportate da Equitalia al modello R1, nel computo della soglia di € 50.000, rilevante ai fini dell’accesso alla dilazione dei ruoli con le regole semplificate, occorre ora considerare anche il debito residuo delle rateizzazioni in corso. Esaminiamo di seguito le nuove procedure operative per la rateizzazione delle cartelle di pagamento.

 CP  10/06/2016 
     Il dipendente con funzioni meramente esecutive non integra l’autonoma organizzazione 

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione si sono finalmente pronunciate sul requisito dell’autonoma organizzazione richiesto ai fini dell’assoggettamento all’IRAP degli esercenti arti e professioni, precisando che l’impiego di un solo collaboratore, che svolge mansioni di segreteria o, comunque, meramente esecutive, non integra il presupposto impositivo. Esaminiamo di seguito le importanti conclusioni cui è giunta la giurisprudenza di legittimità.

 CP  27/05/2016 
     Le spese di ammodernamento, manutenzione e ristrutturazione degli immobili 

Le spese di ammodernamento, manutenzione e riparazione sostenute sugli immobili strumentali, sono deducibili secondo diversi criteri fiscali, diversificati sulla base dell’anno di acquisizione del fabbricato. Esaminiamo di seguito la problematica sulla base della prassi e dell’orientamento della dottrina maggioritaria.

 CP  13/05/2016 
     Ufficializzati i chiarimenti sul nuovo regime forfetario (parte seconda) 

Con un corposo documento di prassi, l’Agenzia delle Entrate ha reso le attese indicazioni sulle modalità di applicazione del nuovo regime forfetario, come innovato dalla c.d. “Legge di Stabilità 2016”, chiarendo alcuni dubbi interpretativi emersi nel corso del primo anno di applicazione del regime agevolato e confermando quanto già anticipato in occasione degli incontri con la stampa specializzata di inizio anno. Terminiamo di seguito l’esame degli importanti chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate, analizzando le principali caratteristiche del regime forfetario.

 CP  29/04/2016 
     Ufficializzati i chiarimenti sul nuovo regime forfetario (parte prima) 

Con un corposo documento di prassi, l’Agenzia delle Entrate ha reso le attese indicazioni sulle modalità di applicazione del nuovo regime forfetario, come innovato dalla c.d. “Legge di Stabilità 2016”, chiarendo alcuni dubbi interpretativi emersi nel corso del primo anno di applicazione del regime agevolato e confermando quanto già anticipato in occasione degli incontri con la stampa specializzata di inizio anno. Esaminiamo di seguito gli importanti chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate. Per motivi di spazio e opportunità l’argomento formerà oggetto di due circolari informative, la seconda delle quali sarà pubblicata venerdì 29 aprile.

 CP  15/04/2016 
     La descrizione in fattura delle prestazioni rese 

Una descrizione eccessivamente generica in fattura delle prestazioni di servizio rese può legittimare attività di accertamento e/o di rettifica del costo sostenuto dal cliente, qualora non sia possibile comprovare l’inerenza del costo all’attività dell’impresa che lo ha dedotto. Esaminiamo di seguito la problematica sulla base della giurisprudenza e della prassi dell’Agenzia delle Entrate.

 CP  01/04/2016 
     Il nuovo esonero contributivo biennale 

La L. 208/2015 ha riproposto anche per il 2016 lo sgravio contributivo per le nuove assunzioni a tempo indeterminato. La nuova versione dell’incentivo, tuttavia, è senz’altro meno appetibile della precedente, poiché l’importo e la durata del beneficio sono stati assai ridotti. In attesa delle istruzioni per l’effettiva operatività dell’agevolazione, esaminiamo di seguito le principali caratteristiche del nuovo sgravio contributivo biennale, di cui possono beneficiare anche i professionisti.

 CP  18/03/2016 
     La comunicazione black list 2015 

Con l’approssimarsi del mese di aprile torna d’attualità la c.d. comunicazione “black list”, ossia la trasmissione all’Agenzia delle Entrate dei dati delle operazioni intercorse con operatori economici localizzati in Paesi a fiscalità privilegiata. Esaminiamo di seguito l’adempimento come riformato e semplificato, almeno nelle intenzioni, dal Decreto “Semplificazioni”.

 CP  04/03/2016 
     Il rinnovato regime forfetario e i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate 

Nel corso di un incontro con la stampa specializzata, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che i contribuenti che nel 2015 hanno optato per il regime ordinario o per quello dei “minimi”, possono revocare la scelta operata e adottare il regime forfetario dal 2016. Esaminiamo dunque le varie possibilità che si prospettano ai contribuenti in possesso dei necessari requisiti.

 CP  19/02/2016 
     Le novità fiscali in materia di immobili 

Nell’ambito della L. 208/2015 è stato previsto un corposo pacchetto di misure volte a sostenere il comparto immobiliare. Oltre a prorogare le maggiori detrazioni per gli interventi di recupero edilizio e riqualificazione energetica, sono state, infatti, introdotte nuove agevolazioni in materia d’immobili, di seguito esaminate.

 CP  05/02/2016 
     La riammissione alla dilazione da accertamento con adesione e rinuncia all'impugnazione 

Ai contribuenti decaduti da un piano di rateazione delle somme dovute per effetto di adesione all’accertamento, o di rinuncia all’impugnazione, la L. 208/2015 ha riconosciuto la possibilità di riammissione alla rateazione, secondo il piano originario, pur limitatamente alle imposte dirette. Tale nuova opportunità è riservata ai contribuenti decaduti dalla dilazione nei 36 mesi antecedenti il 15.10.2015, a condizione che riprendano il versamento della prima delle rate scadute entro il termine del 31.5.2016.

 CP  22/01/2016 
     La nuova sanzione per omesso versamento 

Al fine di conferire maggiore proporzionalità al sistema sanzionatorio amministrativo - tributario, il D.Lgs. 158/2015 ha introdotto una nuova sanzione ridotta per i versamenti delle imposte eseguiti entro 90 giorni dalla scadenza. Per i versamenti eseguiti con un ritardo non superiore a 15 giorni dal termine, torna invece applicabile la nuova sanzione “minima” pari al 1% per ciascun giorno di ritardo. Esaminiamo di seguito il nuovo e più favorevole impianto sanzionatorio previsto per le violazioni agli obblighi di versamento, evidenziandone vieppiù gli effetti sul ravvedimento operoso.

 CP  08/01/2016 
     Fatturazione elettronica tra privati e benefici premiali 

Dal 1.1.2017 i soggetti passivi IVA potranno optare per l’invio telematico all’Agenzia delle Entrate dei dati di tutte le fatture emesse e ricevute e per la loro memorizzazione elettronica, nonché per la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri. Ai contribuenti che sceglieranno di avvalersi di tali nuove procedure saranno riservati rilevanti benefici contabili e dichiarativi.

 CP  18/12/2015 
     Le spese comuni dello studio utilizzato da più professionisti 

La Corte di Cassazione è recentemente intervenuta sulla deducibilità delle spese comuni dello studio utilizzato da più professionisti, non costituiti in associazione professionale. Secondo i giudici di legittimità, il professionista che sostiene interamente tali spese, senza riaddebitarle pro quota agli altri colleghi, è comunque chiamato a determinare la parte di costo a lui attribuibile, al fine di portarla in deduzione dal proprio reddito. La restante parte delle spese comuni, attribuibile agli altri professionisti, costituisce una mera liberalità e, come tale, non è comunque deducibile.

 CP  04/12/2015 
     Il super ammortamento dei beni strumentali nuovi 

Il DDL “Stabilità 2016” prevede l’introduzione di una maggiorazione del 40% delle quote di ammortamento e dei canoni di leasing. L’incentivo riguarda gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi compiuti nel periodo 15.10.2015 - 31.12.2016 e consente una maggiore deduzione fiscale del relativo costo di acquisizione.

 CP  20/11/2015 
     DDL Stabilità 2016: le modifiche al regime forfetario 

Al fine di promuovere l’adesione al regime forfetario previsto per i lavoratori autonomi e le imprese di piccole dimensioni, il DDL “Stabilità 2016” prevede un generalizzato innalzamento dei limiti che consentono l’accesso e la permanenza nel regime di vantaggio. Ai contribuenti che intraprendono una nuova attività, è poi riservata l’applicazione dell’imposta sostitutiva nella misura ridotta del 5%, per i primi 5 anni dell’attività. Esaminiamo di seguito la nuova disciplina che, se confermata, troverà applicazione dal 1.1.2016.

 CP  06/11/2015 
     Le spese di rappresentanza dei professionisti 

Nell’ambito del reddito di lavoro autonomo, la disciplina fiscale delle spese di rappresentanza è caratterizzata da una duplice fonte normativa. Per individuare le spese che possono essere qualificate come di rappresentanza, occorre, infatti, aver riguardo alle disposizioni dettate in materia di reddito d’impresa mentre, i limiti quantitativi alla deducibilità di tali componenti negativi, sono direttamente stabiliti dall’art. 54, c. 5, TUIR. Pare quindi opportuno esaminare le novità apportate alla disciplina delle spese di rappresentanza dal c.d. Decreto “Internazionalizzazione”, che, seppure indirizzate ai titolari di reddito d’impresa, esplicano effetti anche sui lavoratori autonomi.

 CP  23/10/2015 
     I modelli INTRASTAT delle prestazioni di servizio 

Con un recente intervento l’Agenzia delle Entrate ha lasciato intendere che la peculiare disciplina IVA riservata alle prestazioni di servizio scambiate in ambito comunitario, deve essere applicata dalla generalità dei lavori autonomi, compresi quelli aderenti ai regimi fiscali di vantaggio. Pare dunque opportuno esaminare le semplificazioni apportate dal D.Lgs. 175/2014, alle modalità di compilazione dei modelli INTRASTAT riferiti alle prestazioni di servizio rese e ricevute nella Comunità.

 CP  09/10/2015 
     Prestazioni di servizio con l’estero: cambiano le regole per i contribuenti minimi 

Con un recente intervento, l’Agenzia delle Entrate ha fornito importanti chiarimenti circa gli adempimenti IVA cui sono chiamati i contribuenti “minimi” che operano con l’estero. Modificando il precedente orientamento, l’Agenzia delle Entrate ha affermato che le prestazioni di servizio rese dai contribuenti operanti in regime di vantaggio non sono più da considerare operazioni interne, ma sono invece soggette alle ordinarie regole di territorialità IVA, con tutti i conseguenti adempimenti formali.

 CP  25/09/2015 
     La riforma della riscossione 

Lo schema di decreto legislativo recante misure per la semplificazione e razionalizzazione delle norme in materia di riscossione, previsto in attuazione della L. 23/2014, c.d. “Delega Fiscale”, è in dirittura d’arrivo. È dunque opportuno esaminare brevemente le principali novità previste dalla riforma, tenendo conto delle richieste di modifica sinora avanzate dalle commissioni parlamentari competenti.

 CP  11/09/2015 
     Nuova opportunità di accesso al regime dei minimi 

Con RM n. 67/E/2015, l’Agenzia delle Entrate ha riconosciuto la possibilità di aderire al regime dei c.d. contribuenti “minimi”, anche a coloro che hanno iniziato una nuova attività prima del 28.2.2015, ossia antecedentemente all’entrata in vigore della proroga di un anno del regime agevolato. A tal fine è necessario porre in essere taluni adempimenti entro il 22.8.2015 o, al più tardi, entro la prima liquidazione IVA successiva.

 CP  07/08/2015 
     La segnalazione delle anomalie riscontrate dal Fisco e i possibili rimedi 

L’Agenzia delle Entrate sta notificando gli avvisi delle anomalie riscontrate attraverso il confronto tra la dichiarazione IVA presentata dal contribuente e le informazioni inviate dai suoi clienti con il c.d. spesometro, nonché le difformità rilevate nella dichiarazione dei redditi, dovute alla mancata indicazione di compensi che sono stati invece certificati dai sostituti d’imposta nei modelli 770/2012. Grazie a queste segnalazioni, notificate via PEC, il contribuente può rimediare per tempo agli eventuali errori commessi, evitando così l’avvio dell’attività di accertamento.

 CP  24/07/2015 
     Le spese di formazione e aggiornamento professionale 

Nell’ambito della delega fiscale sono previste alcune misure tese a sostenere la competitività delle imprese italiane nei mercati esteri. Le associazioni più rappresentative del mondo dei professionisti hanno quindi invitato il Governo a estendere i benefici previsti per le imprese anche ai lavoratori autonomi, intervenendo, in particolare, sull’ormai anacronistica limitata deducibilità fiscale delle spese per la formazione e l’aggiornamento professionale.

 CP  10/07/2015 
     Il contratto di rent to buy 

Per sostenere il mercato immobiliare, versante in una grave fase di stagnazione ormai da diversi anni, il DL 133/2014, c.d. Decreto “Sblocca Italia”, ha regolato gli aspetti civilistici del c.d. contratto di rent to buy, ossia della formula contrattuale che prevede l’immediata concessione in godimento di un immobile, con diritto per il conduttore di acquistarlo entro un termine determinato, imputando una parte dei canoni periodici ad acconto del prezzo di vendita. Con CM n. 4/E/2015 l’Agenzia delle Entrate ha individuato la disciplina fiscale applicabile a tale inedita tipologia contrattuale.

 CP  26/06/2015 
     Chiarimenti sul nuovo ravvedimento operoso 

Con CM n. 23/E/2015 l’Agenzia delle Entrate ha reso gli attesi chiarimenti sulla nuova disciplina del ravvedimento operoso, precisando, in particolare, l’ambito di applicazione e l’efficacia temporale della nuova fattispecie di cui alla lettera a-bis) dell’art. 13, D.Lgs. 472/1997. Esaminiamo di seguito gli importanti chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate.

 CP  12/06/2015 
     Nuovi chiarimenti sugli oneri detraibili e deducibili 

Nella CM n. 17/E/2015 l’Agenzia delle Entrate ha affrontato alcune questioni interpretative riguardanti le spese di carattere personale e familiare (spese sanitarie, spese d’istruzione, ecc.). Con l’approssimarsi della campagna dichiarativa 2015 è dunque opportuno esaminare gli interessanti chiarimenti resi dall’Agenzia delle Entrate.

 CP  29/05/2015 
     Le spese degli immobili a uso promiscuo 

Le spese sostenute per gli immobili a uso promiscuo non sono deducibili dal reddito se il professionista collabora con uno studio associato che gli mette a disposizione gli spazi per l’esercizio della professione. Esaminiamo di seguito le interessanti conclusioni cui è giunta la CTR di Milano.

 CP  15/05/2015 
     La riattribuzione delle ritenute all’associazione professionale 

Le ritenute subite dalle associazioni professionali, dopo essere state imputate per trasparenza agli associati e da questi utilizzate per l’abbattimento delle proprie imposte, possono, per la parte residua, essere riattribuite all’associazione e da questa essere utilizzate in compensazione per il pagamento d’imposte e contributi.

 CP  30/04/2015 
     La rivalutazione di terreni e partecipazioni (con aliquota raddoppiata) 

La “Legge di Stabilità 2015” ha disposto l’ennesima riapertura dei termini entro cui poter effettuare la rideterminazione del valore dei terreni e delle partecipazioni posseduti alla data del 1.1.2015. Il raddoppio delle aliquote dell’imposta sostitutiva dovuta per la rivalutazione e, limitatamente ai terreni, la persistente stagnazione del mercato immobiliare, hanno tuttavia fortemente ridotto l’appeal dell’operazione.

 CP  17/04/2015 
     La deduzione integrale IRAP del costo del lavoro 

La “Legge di Stabilità 2015” ha disposto la deducibilità integrale dalla base imponibile IRAP, a partire dal 2015, del costo del lavoro per i contribuenti che impiegano lavoratori dipendenti assunti a tempo indeterminato e l’abrogazione, dal 2014, della norma che aveva previsto la diminuzione delle aliquote IRAP. Per i soggetti che non impiegano lavoratori dipendenti, è stata invece prevista la possibilità di beneficiare, dal 2016, di un credito d’imposta pari al 10% dell’IRAP lorda relativa all’anno precedente. Restano esclusi dall’ambito applicativo di tali nuove disposizioni i contribuenti che impiegano lavoratori dipendenti a tempo determinato, diversi da quelli agricoli.

 CP  03/04/2015 
     La riammissione alla rateazione dei ruoli 

La legge di conversione del DL 192/2014, c.d. Decreto “Milleproroghe”, ha riaperto i termini per beneficiare di un nuovo piano di rateazione delle somme iscritte a ruolo, per i contribuenti che siano decaduti da una precedente dilazione entro il 31.12 scorso. A tal fine occorre presentare la relativa richiesta entro il termine ultimo del 31.7.2015.

 CP  20/03/2015 
     La riapertura dei termini per beneficiare del regime dei minimi 

L’art. 10, c. 12-undecies, DL 192/2014, c.d. Decreto “Milleproroghe”, ha riaperto i termini per beneficiare del regime dei c.d. contribuenti “minimi”, con imposta sostitutiva al 5% e limite dei compensi fissato a € 30.000. I contribuenti che soddisfano i necessari requisiti possono dunque tornare ad accedere al regime dei “minimi”. La scelta va operata entro il termine ultimo del 31.12.2015.

 CP  06/03/2015 
     La Gestione separata INPS 2015 

Con Circolare n. 27/2015 l’INPS ha comunicato le aliquote contributive, il massimale di reddito annuo e il minimale per l’accredito contributivo, applicabili nel 2015 dai contribuenti iscritti alla Gestione separata INPS. Con la successiva Circolare n. 29/2015, l’INPS è invece intervenuta sul nuovo regime contributivo agevolato previsto per i contribuenti forfetari, titolari di reddito d’impresa. Esaminiamo di seguito le ultime novità in materia di contribuzione obbligatoria, tenendo anche conto delle recentissime novità recate dal c.d. Decreto “Milleproroghe”.

 CP  20/02/2015 
     Recupero edilizio: prorogata la detrazione rinforzata 

La L. 190/2014 ha prorogato sino al 31.12.2015 la detrazione “potenziata” del 50% per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio. La c.d. “Legge di Stabilità 2015” ha poi prorogato sino al 31.12.2015 il bonus riconosciuto per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici destinati all’arredo dell’immobile oggetto degli interventi di recupero.

 CP  06/02/2015 
     Riqualificazione energetica: prorogata la detrazione rinforzata 

La L. 190/2014 ha prorogato sino al 31.12.2015 la detrazione “potenziata” del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica su edifici esistenti. La c.d. “Legge di Stabilità 2015” ha poi ampliato il novero degli interventi che possono beneficiare del bonus energetico.

 CP  23/01/2015 
     Primi cenni sul nuovo ravvedimento operoso 

Attraverso l’istituto del ravvedimento operoso, il contribuente può sanare gli errori e le omissioni relativi agli adempimenti tributari, beneficiando della riduzione delle sanzioni ordinariamente applicabili. La regolarizzazione avviene attraverso il contestuale versamento del tributo omesso, della sanzione ridotta e degli interessi moratori da calcolarsi al tasso legale (1% per le violazioni commesse nel corso del 2014, 0,5% per quelle commesse dal 1.1.2015). Su tale consolidato impianto normativo è intervenuta la L. 190/2014, c.d. “Legge di Stabilità 2015”, introducendo nuove ipotesi di ravvedimento e rimuovendo le cause che precludevano l’accesso all’istituto.

 CP  09/01/2015 
     Gli omaggi natalizi e le ultime novità fiscali 

Con l’approssimarsi delle festività natalizie torna d’attualità la problematica concernente il trattamento fiscale da riservare agli omaggi destinati alla clientela ed ai propri dipendenti. Da quest’anno, per effetto delle modifiche apportate dal c.d. Decreto “Semplificazioni”, l’IVA corrisposta per l’acquisto dei beni omaggio, d’importo unitario non superiore a € 50, è interamente detraibile.

 CP  19/12/2014 
     Le spese di vitto e alloggio sostenute dal committente 

Il D. Lgs. 275/2014, c.d. Decreto “Semplificazioni”, è intervenuto sulla peculiare disciplina delle spese di vitto e alloggio sostenute direttamente dal committente, stabilendo che non costituiscono più compensi per il professionista che ne usufruisce. Tale importante novità sarà applicabile a decorrere dal prossimo anno.

 CP  05/12/2014 
     Il nuovo regime forfetario: profili IVA 

Il DDL “Legge di Stabilità 2015” prevede un regime di determinazione forfetaria del reddito assoggettato a imposizione sostitutiva del 15%. Tale nuovo regime forfetario è caratterizzato dalla franchigia IVA e dall’esonero dalla gran parte dei relativi adempimenti. Esaminiamo di seguito le modalità di applicazione dell’IVA previste dal nuovo regime in arrivo.

 CP  21/11/2014 
     Il nuovo regime forfetario applicabile dal 2015 

Al fine di riformare e razionalizzare i regimi fiscali riservati ai contribuenti di minori dimensioni, il DDL della c.d. “Legge di Stabilità 2015” ha previsto l’introduzione dal 1.1.2015 di un nuovo regime forfetario in sostituzione di quelli esistenti. Tale nuovo regime forfetario è caratterizzato da una particolare modalità di determinazione del reddito, correlata alla tipologia di attività esercitata dal contribuente. Esaminiamo di seguito le caratteristiche e le peculiarità del nuovo regime forfetario.

 CP  07/11/2014 
     Indagini finanziarie: illegittima la presunzione a carico dei professionisti 

La Corte Costituzionale ha sancito l’illegittimità costituzionale della presunzione in materia di reddito da lavoro autonomo, secondo cui i prelevamenti dal conto corrente costituiscono compensi non dichiarati in assenza della loro annotazione nelle scritture contabili o in mancanza dell’indicazione del beneficiario. La sentenza esplica significativi effetti sul contenzioso pendente e su quello futuro, nonché sugli oneri documentali a cui sono tenuti i lavoratori autonomi.

 CP  24/10/2014 
     Imposte non versate: cosa fare 

L’interminabile crisi economica che investe il Paese potrebbe aver cagionato la mancanza delle risorse finanziarie necessarie per il pagamento delle imposte sul reddito. Pare dunque opportuno esaminare le diverse possibilità poste a disposizione dei contribuenti per gestire finanziariamente i versamenti omessi.

 CP  10/10/2014 
     F24 telematico: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate e le nuove procedure operative 

Dal prossimo 1° ottobre saranno pienamente operativi i nuovi obblighi di utilizzo del modello F24 telematico previsti dal c.d. Decreto “Renzi”. Con CM n. 27/E/2014 l’Agenzia delle Entrate ha fornito i primi importanti chiarimenti sulla disciplina.

 CP  26/09/2014 
     Il contributo integrativo INARCASSA sulle fatture extraterritoriali 

Con un’opportuna modifica al regolamento istituzionale, INARCASSA ha stabilito che i corrispettivi relativi alle operazioni extraterritoriali non rientrino nel volume di affari IVA dei propri iscritti e, pertanto, non sussista alcun obbligo di versamento del relativo contributo integrativo. È auspicabile che la scelta operata da INARCASSA sia al più presto seguita anche dalle altre casse professionali.

 CP  12/09/2014 
     La rivalsa dell’IVA nel fallimento 

Quando il professionista esegue una prestazione a favore di un imprenditore, poi dichiarato fallito, è tenuto a presentare domanda di ammissione al passivo per le somme a lui spettanti. In tale sede sorge il problema relativo al recupero dell’IVA, ossia di come tale accessorio debba essere considerato dalla procedura.

 CP  07/08/2014 
     Il blocco della compensazione in presenza di debiti scaduti 

In presenza di debiti erariali iscritti a ruolo, di ammontare superiore alla soglia di € 1.500 e il cui relativo termine di pagamento sia scaduto, è preclusa la possibilità di utilizzare in compensazione gli eventuali crediti fiscali disponibili. Gli stessi, tuttavia, possono essere utilizzati per il pagamento in compensazione del debito iscritto a ruolo.

 CP  24/07/2014 
     Fatturazione differita delle prestazioni di servizi: primi chiarimenti 

Dal 2013 è possibile emettere la fattura differita anche per le prestazioni di servizi, individuabili attraverso idonea documentazione, rese nello stesso mese solare nei confronti del medesimo soggetto. Con un recente intervento di prassi, l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni importanti chiarimenti su questa nuova tipologia di fattura.

 CP  10/07/2014 
     I rimborsi spese dei professionisti e le importanti novità in arrivo 

Tra le tante novità previste dal Decreto “Semplificazione Fiscale”, una particolare attenzione merita la previsione secondo cui le prestazioni alberghiere e di somministrazioni di alimenti e bevande, acquistate direttamente dal committente, non costituiscono più compensi in natura per il professionista che ne usufruisce. Esaminiamo di seguito la disciplina fiscale dei rimborsi spese dei professionisti e le importanti innovazioni in arrivo.

 CP  26/06/2014 
     UNICO 2014: in arrivo la proroga dei versamenti 

Con un decreto in corso di pubblicazione sulla GU, è stata disposta la proroga dei versamenti delle imposte e dei contributi risultanti dalle dichiarazioni fiscali per i soggetti che esercitano attività economiche interessate dagli Studi di settore. I versamenti potranno essere effettuati entro il 7.7.2014 senza alcuna maggiorazione o, in alternativa, dal 8.7 al 20.8.2014 con la maggiorazione dello 0,40%.

 CP  12/06/2014 
     Le nuove regole di utilizzo del modello F24 

Il DL 66/2014, c.d. Decreto “Renzi”, è intervenuto sulle modalità di utilizzo del modello F24, introducendo, con effetto dal 1.10.2014, nuove regole per i versamenti in compensazione o di importo superiore a € 1.000. La nuova disciplina interessa tutti i contribuenti e, dunque, anche quelli privati, non titolari di partita IVA.

 CP  29/05/2014 
     La parziale deducibilità dell’IMU debutta in dichiarazione 

Nel modello UNICO 2014 trova per la prima volta spazio la parziale deducibilità dal reddito di lavoro autonomo del 30% dell’IMU pagata nel 2013 sugli immobili strumentali posseduti dai professionisti. Nelle annualità successive la deduzione forfetaria è invece fissata nella misura del 20%.

 CP  15/05/2014 
     La regolarizzazione delle fatture non pervenute 

Il cessionario o committente che nell’esercizio della professione acquista beni e servizi senza che sia stata emessa fattura nei termini di legge, è punito con la sanzione amministrativa pari al 100% dell’imposta, con un minimo di € 258 per ogni singola violazione. La sanzione non è applicata se l’acquirente provvede a regolarizzare l’operazione osservando una specifica procedura.

 CP  02/05/2014 
     Le operazioni con San Marino e le semplificazioni intervenute 

Le operazioni realizzate con soggetti sammarinesi richiedono l’effettuazione di specifici adempimenti fiscali. Tra questi rientra la c.d. comunicazione “black list” che, per effetto dell’esclusione di San Marino dalla lista dei Paesi considerati “paradisi fiscali”, non deve essere più resa. Esaminiamo di seguito la disciplina IVA delle operazioni con San Marino, sulla base delle ultime semplificazioni intervenute.

 CP  17/04/2014 
     Detrazione per interventi di recupero edilizio: le ultime novità 

La “Legge di Stabilità 2014” ha prorogato l’applicazione della detrazione “potenziata” del 50% alle spese sostenute nel 2014 per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio. È stata altresì prorogata sino al 31.12.2014 l’applicazione della detrazione prevista per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione. Esaminiamo di seguito la disciplina così come modificata dagli ultimi interventi normativi.

 CP  03/04/2014 
     Detrazione per interventi di riqualificazione energetica: le ultime novità 

La “Legge di Stabilità 2014” ha prorogato l’applicazione dell’agevolazione prevista per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici sino a tutto il 2015, rimodulando la misura della detrazione. Esaminiamo di seguito la disciplina così come modificata dall’ultimo intervento normativo.

 CP  20/03/2014 
     La disciplina fiscale dei tablet 

Nel corso degli ultimi anni l’utilizzo dei tablet, ossia di dispositivi portatili che svolgono le funzioni dei computer portatili e, in alcuni casi, anche dei telefoni cellulari, si è diffuso anche nel mondo dei lavoratori autonomi. Allo stato attuale, tuttavia, l’Amministrazione finanziaria non si è ancora pronunciata sulla disciplina fiscale applicabile a tali dispositivi.

 CP  06/03/2014 
     La Gestione separata INPS 2014 

Con la Circolare n. 18/2014 l’INPS è intervenuta sulle modifiche apportate dalla c.d. “Legge di Stabilità 2014” alla misura delle aliquote contributive della Gestione separata. L’INPS ha comunicato anche i nuovi massimali e minimali contributivi da applicare nell’anno in corso. Esaminiamo di seguito la disciplina applicabile nel 2014.

 CP  21/02/2014 
     La deducibilità dei canoni leasing dopo la Legge di Stabilità 2014 

La “Legge di Stabilità 2014” contiene importanti modifiche alla disciplina fiscale dei contratti di locazione finanziaria stipulati dai lavoratori autonomi. È stata, infatti, reintrodotta la possibilità di dedurre i canoni dei leasing immobiliari e abbreviato il periodo minimo di deduzione fiscale.

 CP  06/02/2014 
     La definizione agevolata delle somme iscritte a ruolo 

La L. 147/2013, c.d. “Legge di Stabilità 2014”, prevede la possibilità di estinguere, senza corresponsione degli interessi, il debito risultante dai ruoli affidati agli Agenti della riscossione entro il 31.10.2013. La definizione si perfeziona con l’integrale versamento di quanto dovuto entro il 28.2.2014.

 CP  23/01/2014 
     Nuova opportunità di rivalutazione dei terreni e delle partecipazioni 

La L. 147/2013, c.d. “Legge di Stabilità 2014”, ripropone la possibilità di rideterminare i valori di acquisto delle partecipazioni in società non quotate e dei terreni edificabili o a destinazione agricola posseduti, al di fuori del regime d’impresa, da persone fisiche, società semplici ed enti non commerciali. Per beneficiare di tale opportunità è necessario far redigere una perizia giurata di stima dei beni con riferimento alla data del 1.1.2014, per poi versare, entro il 30.6.2014, l’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi.

 CP  09/01/2014 
     Gli omaggi dei professionisti 

Gli omaggi offerti alla clientela rientrano tra le spese di rappresentanza, deducibili nel limite del 1% dei compensi percepiti nel periodo d’imposta. Il costo degli omaggi destinati ai dipendenti e ai collaboratori del professionista è invece integralmente deducibile dal reddito. Esaminiamo di seguito il trattamento contabile e fiscale degli omaggi.

 CP  19/12/2013 
     La riduzione delle detrazioni fiscali sui premi assicurativi 

Al fine di recuperare le risorse necessarie alla copertura del mancato gettito IMU sulle abitazioni principali, il DL 102/2013 ha considerevolmente ridotto le detrazioni IRPEF previste per le polizze assicurative a copertura del rischio di morte e invalidità permanente. L’inasprimento fiscale, applicabile già dal 2013, riguarda anche le polizze vita e infortuni, sottoscritte o rinnovate entro il 31.12.2000.

 CP  05/12/2013 
     Le condizioni per la rateizzazione straordinaria delle somme iscritte a ruolo 

Con il DM 6.11.2013 sono state finalmente individuate le condizioni che legittimano la concessione della rateizzazione delle somme iscritte a ruolo in 120 rate mensili. Il decreto ha inoltre previsto che al ricorrere dei presupposti necessari, i piani ordinari o di proroga già accordati alla data del 8.11.2013, possano essere aumentati fino a 120 rate.

 CP  21/11/2013 
     Nuovi limiti alla compensazione dei crediti fiscali 

Il DDL “Legge di Stabilità 2014” prevede nuove limitazioni alla compensazione dei crediti fiscali relativi alle imposte sui redditi e all’IRAP, subordinandone la facoltà di utilizzo in compensazione all’apposizione del c.d. visto “leggero” sulle dichiarazioni da cui emerge il credito. La disposizione, qualora confermata, dovrà essere applicata già dal prossimo anno.

 CP  07/11/2013 
     Al via l’archivio dei rapporti finanziari 

Il DL 201/2011, c.d. Decreto “Salva Italia”, ha posto l’obbligo in capo agli operatori finanziari, di comunicare all’Anagrafe tributaria le informazioni sui saldi e sulle movimentazioni dei rapporti attivi. Le informazioni saranno utilizzate dall’Amministrazione finanziaria per elaborare specifiche liste selettive di contribuenti a maggior rischio di evasione.

 CP  24/10/2013 
     Il nuovo fermo amministrativo degli autoveicoli 

Il DL 69/2013, cosiddetto Decreto “Fare”, è intervenuto sulla disciplina del fermo amministrativo dei beni mobili registrati, introducendo la possibilità per il contribuente di inibire la misura cautelare dimostrando che il veicolo è strumentale all’attività di lavoro autonomo esercitata. Esaminiamo di seguito la nuova disciplina.

 CP  10/10/2013 
     L’agevolazione fiscale per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici 

Con CM n. 29/E/2013, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta sulla nuova detrazione IRPEF prevista per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, finalizzati all’arredo degli immobili oggetto di ristrutturazione.

 CP  26/09/2013 
     Il nuovo spesometro 

Con il Provvedimento 2.8.2013, l’Agenzia delle Entrate ha definito le modalità tecniche ed i termini per la comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA. In particolare il provvedimento ha introdotto un nuovo modello unitario, utilizzabile per diverse tipologie di comunicazioni, con possibilità di scelta tra invio dei dati in forma analitica o aggregata.

 CP  12/09/2013 
     Le modifiche alle procedure di riscossione coattiva 

Oltre a intervenire sulla disciplina della rateazione delle somme iscritte a ruolo, il DL 69/2013, c.d. Decreto “Fare”, ha apportato considerevoli modifiche alle procedure finalizzate alla riscossione coattiva dei tributi. Esaminiamo di seguito la nuova disciplina.

 CP  08/08/2013 
     La rateizzazione delle somme iscritte a ruolo: novità e conferme 

In considerazione dell’attuale scenario economico e finanziario, Equitalia ha innalzato la soglia massima che consente l’accesso alla rateazione delle somme iscritte a ruolo con la presentazione di una semplice richiesta motivata. A sua volta il DL 69/2013, c. d. Decreto “Fare”, ha introdotto una nuova previsione di comprovata e grave difficoltà del debitore, al cui ricorrere l’Agente della Riscossione è legittimato a concedere la ripartizione del debito tributario in 10 anni.

 CP  25/07/2013 
     Primi importanti chiarimenti circa la detrazione IRPEF per l’acquisto di mobili 

Con un recentissimo comunicato stampa, l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcune importanti indicazioni circa la detrazione IRPEF del 50% per l’acquisto di mobili destinati all’arredamento dell’immobile oggetto di interventi di ristrutturazione. Inoltre, con una modifica al testo originale del DL 63/2013 l’agevolazione è stata estesa all’acquisto di elettrodomestici.

 CP  11/07/2013 
     Recupero edilizio e riqualificazione energetica: buone nuove dal Decreto Energia 

Il DL 63/2013, c.d. Decreto “Energia”, ha prorogato al 31.12.2013 l’agevolazione fiscale riconosciuta per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti, elevando la percentuale di detrazione al 65%. È altresì prorogata al 31.12.2013 l’applicabilità della misura maggiorata del 50% per gli interventi di ristrutturazione edilizia. Inoltre, a chi beneficia del bonus fiscale per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, è riconosciuta un’ulteriore detrazione del 50% per le spese documentate sostenute per l’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.

 CP  27/06/2013 
     Il ravvedimento degli omessi e insufficienti versamenti delle imposte 

In un momento di forti tensioni finanziarie come quello attuale, può tornare utile il ricorso all’istituto del ravvedimento operoso per sanare, entro determinate tempistiche, il mancato versamento delle imposte con il pagamento di una sanzione ridotta. Esaminiamo di seguito le diverse tipologie di ravvedimento a disposizione del contribuente.

 CP  13/06/2013 
     L’indennità economica di malattia e congedo parentale riconosciuta ai professionisti 

Con un recente intervento, l’INPS ha fornito importanti chiarimenti circa l’indennità economica di malattia e di congedo parentale riconosciuta ai professionisti iscritti alla Gestione separata. Esaminiamo di seguito le istruzioni rese dall’istituto previdenziale.

 CP  30/05/2013 
     Le modalità applicative dell’IVA per cassa 

Con la CM n. 1/E/2013, l’Agenzia delle Entrate ha formalizzato le risposte ai quesiti posti in occasione di alcuni incontri organizzati dalla stampa specializzata. Tra le varie questioni affrontate, i tecnici dell’Amministrazione finanziaria hanno fornito alcuni interessanti chiarimenti concernenti il regime dell’IVA per cassa.

 CP  16/05/2013 
     Le società tra professionisti 

Nell’ambito della riforma degli ordinamenti professionali, la Legge 183/2011 ha previsto la possibilità di esercitare l’attività professionale anche in forma societaria. Con il DM 34/2013 è stato emanato il relativo regolamento, le cui disposizioni sono entrate in vigore lo scorso 21.4.2013.

 CP  02/05/2013 
     La riforma delle professioni non regolamentate 

Al fine di tutelare i consumatori e promuovere la conoscibilità e la trasparenza del mercato dei servizi professionali, è stata emanata la Legge 4/2013, volta a disciplinare le professioni non organizzate in ordini e collegi.

 CP  18/04/2013 
     I termini di pagamento nelle transazioni commerciali 

Dal 1.1.2013 opera una nuova disciplina di contrasto ai ritardati pagamenti nelle transazioni commerciali. La disciplina modula i termini entro cui il debitore deve effettuare il pagamento e prevede l’automatica decorrenza degli interessi moratori dal giorno successivo alla scadenza fissata.

 CP  04/04/2013 
     La detrazione del 55% e la scadenza del 30 giugno 

La detrazione IRPEF del 55% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti è stata prorogata sino al 30.6.2013 dal cosiddetto Decreto “Sviluppo”. A partire dal 1.7.2013, salvo improbabili proroghe, l’agevolazione confluirà nella detrazione IRPEF del 36% per le spese di ristrutturazioni edilizie. Pertanto, i contribuenti che intendano beneficiare della detrazione nella misura del 55% devono eseguire i lavori e pagarne le relative spese entro il prossimo 30 giugno.

 CP  21/03/2013 
     La nuova disciplina della fatturazione 

La c. d. “Legge di Stabilità 2013”, ha recepito nell’ordinamento nazionale le disposizioni in materia di fatturazione previste dalla Direttiva comunitaria 2010/45/UE. Tra le tante novità, assume particolare rilevanza il nuovo obbligo di emissione della fattura per le operazioni territorialmente non soggette.

 CP  07/03/2013 
     La procedura per l'annullamento automatico delle cartelle di pagamento 

La novità più importante, in tema di riscossione, introdotta dalla c. d. “Legge di Stabilità 2013” è la previsione di uno specifico procedimento, a iniziativa del contribuente, che regola la sospensione e l’eventuale annullamento delle procedure di recupero coattivo, in caso di infondatezza della pretesa creditizia. Con la Direttiva n. 2/2013, Equitalia fornisce alcuni interessanti chiarimenti circa gli aspetti operativi della nuova procedura.

 CP  21/02/2013 
     Immobili e attività finanziarie all’estero 

Al fine di risolvere alcune distorsioni presenti nel dettato normativo originario e di eliminare i profili di incompatibilità con il diritto comunitario, la “Legge di Stabilità 2013” ha introdotto importanti modifiche alla disciplina relativa alle imposte patrimoniali sugli immobili e sulle attività finanziarie detenute all’estero. La decorrenza delle imposte è stata rinviata dal 2011 al 2012, considerando i versamenti effettuati nel 2012 per il 2011 come acconti relativi al 2012, primo anno di vigenza delle imposte. È stato inoltre introdotto l’obbligo di versare l’imposta in acconto e a saldo, con le modalità e le scadenze previste per le imposte sui redditi.

 CP  07/02/2013 
     Gli acquisti di carburante con moneta elettronica  

Il c.d. Decreto “Sviluppo 2011” ha previsto l’esonero dalla tenuta della scheda carburante per i soggetti IVA che utilizzano esclusivamente carte elettroniche per il pagamento degli acquisti di carburante. Con un recente intervento di prassi, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta per chiarire gli aspetti operativi della disposizione normativa.

 CP  24/01/2013 
     La nuova deducibilità fiscale degli autoveicoli 

Con l’entrata in vigore della Legge 228/2012, c.d. “Legge di Stabilità 2013”, è nuovamente ridotta la percentuale di deducibilità fiscale delle spese relative ai veicoli utilizzati dagli esercenti arti e professioni. Resta, invece, confermata la quota deducibile del 70%, già modificata a opera della Legge 92/2012, c.d. “Riforma del Lavoro”, per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti. Esaminiamo di seguito il quadro normativo in vigore dal 1.1.2013.

 CP  10/01/2013 
     Redditest: la verifica della congruità del reddito dichiarato 

Sul sito Internet dell’Agenzia delle Entrate è stato reso disponibile il software “Redditest”, con cui è possibile verificare, in forma anonima, se il tenore di vita del nucleo familiare è compatibile con il reddito dichiarato. Lo scopo del nuovo strumento è di indurre il contribuente ad adeguare spontaneamente il reddito alle risultanze del test di coerenza.

 CP  13/12/2012 
     Nuovo regime IVA per cassa: chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate 

Con CM n. 44/E/2012, l’Agenzia delle Entrate ha individuato le modalità di applicazione del nuovo regime IVA per cassa, introdotto dal cosiddetto Decreto “Crescita” e applicabile dai contribuenti con volume di affari non superiore a € 2 milioni.

 CP  29/11/2012 
     Riforma del Lavoro: le principali novità 

A decorrere dallo scorso 18.7 è entrata in vigore la Legge 92/2012, cosiddetta “Riforma del Lavoro”, le cui misure hanno determinato una profonda rivisitazione di gran parte delle tipologie contrattuali. La riforma è stata, peraltro, oggetto di ulteriori integrazioni e modifiche con il successivo DL 83/2012, cosiddetto Decreto “Sviluppo”. Esaminiamo, in estrema sintesi, le più salienti novità.

 CP  15/11/2012 
     La nuova deducibilità dei canoni di locazione finanziaria 

Il cosiddetto Decreto “Semplificazioni Fiscali” ha modificato le modalità di deduzione dei canoni di locazione finanziaria, eliminando l’obbligo di osservare la durata minima fiscale. La durata minima dei contratti di leasing non rappresenta quindi più un vincolo il cui mancato rispetto comporta l’indeducibilità dei canoni, ma costituisce il periodo temporale minimo in cui è possibile dedurre i canoni stessi. Le nuove disposizioni sono applicabili ai contratti stipulati a partire dal 29.4.2012; ai contratti di leasing stipulati in precedenza continuano ad applicarsi le regole previgenti.

 CP  31/10/2012 
     Novità in tema di deducibilità dei veicoli utilizzati dai professionisti 

Tra le misure volte a reperire fondi per finanziare la cosiddetta “Riforma del Lavoro”, è stata prevista la riduzione della percentuale di deducibilità delle spese e degli altri componenti negativi relativi ai veicoli utilizzati dagli esercenti arti e professioni, dall’attuale 40% al 27,5%. Un successivo intervento normativo, ancora al vaglio del Parlamento, prevede una ulteriore riduzione della quota deducibile che, se confermata, scenderebbe dal 27,5% al 20%.

 CP  18/10/2012 
     Le spese per la formazione professionale continua obbligatoria 

Con un recentissimo intervento di prassi, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che le spese sostenute dai professionisti iscritti in albi o ordini professionali per la partecipazione alla formazione continua obbligatoria, sono deducibili nella misura del 50% del loro ammontare così come previsto per le spese di partecipazione a corsi e convegni.

 CP  04/10/2012 
     Ampliata la platea dei soggetti che possono liquidare l'IVA per cassa 

La legge di conversione del cosiddetto Decreto “Crescita” modifica il regime IVA per cassa innalzando il limite del volume di affari, per poter esercitare l’opzione, da € 200.000 a € 2 milioni. Il nuovo regime dispone inolltre che, se il cessionario o il committente non aderisce alla disciplina in commento, può detrarre l’IVA al momento dell’effettuazione dell’operazione, anche se il relativo corrispettivo non è ancora stato pagato. Le nuove disposizioni entreranno in vigore, determinando l’abrogazione del precedente regime per cassa, con l’emanazione di un decreto MEF che stabilirà le disposizioni di attuazione della disciplina. Il regime IVA per cassa sarà applicabile in seguito ad opzione da esercitare secondo le modalità che saranno individuate con un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate.

 CP  20/09/2012 
     L'annotazione cumulativa delle fatture ai fini reddituali 

In risposta a uno specifico interpello, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che, per i lavoratori autonomi in contabilità semplificata, l’annotazione nel registro IVA del documento riepilogativo di cui all’art. 6, DPR 695/1996, assume rilevanza anche ai fini della determinazione del reddito.

 CP  06/09/2012 
     Novità in tema di interventi di riqualificazione energetica 

Per stimolare il settore dell’edilizia in un momento di forte stagnazione economica, il cosiddetto Decreto “Crescita” ha prorogato al 30.6.2013 la detrazione riconosciuta sulle spese sostenute per gli interventi di riqualificazione energetica.

 CP  26/07/2012 
     Novità in tema di interventi di recupero del patrimonio edilizio 

Per stimolare il settore dell’edilizia in un momento di forte stagnazione economica, il cosiddetto Decreto “Crescita” prevede l’innalzamento della detrazione IRPEF riconosciuta sulle spese sostenute per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, nella misura del 50%.

 CP  12/07/2012 
     Nuovo regime dei minimi: ulteriori chiarimenti 

Come è noto, nell’intento di favorire l’attività giovanile e quella dei lavoratori in mobilità, il Legislatore ha introdotto con l’art. 27, DL 98/2011 (cosiddetta “Manovra Correttiva 2011”) uno specifico regime fiscale di vantaggio che assorbe il precedente regime dei “minimi” e vi apporta profonde modificazioni. Il “nuovo” regime dei “minimi” ha decorrenza dal 1.1.2012. Con la CM n. 17/E/2012, l’Agenzia delle Entrate ha finalmente diffuso i chiarimenti relativi a tale nuovo regime dei quali si è dato conto nella CP n. 13/2012, alla quale si rimanda. Per concludere l’argomento in questa circolare si riprendono detti chiarimenti con particolare riguardo alla fuoriuscita dal regime di vantaggio e alla cessazione dell’attività, tematiche che non avevano trovato menzione nel precedente intervento per motivi di spazio e opportunità.

 CP  28/06/2012 
     Nuovo regime dei minimi: finalmente gli attesi chiarimenti 

Come è noto, nell’intento di favorire l’attività giovanile e quella dei lavoratori in mobilità, il Legislatore ha introdotto con l’art. 27, DL 98/2011 (c.d. “Manovra Correttiva 2011”), uno specifico regime fiscale di vantaggio che assorbe il precedente regime dei “minimi”, rinominato nuovo regime dei “minimi”, e vi apporta profonde modificazioni. Il “nuovo” regime dei “minimi” ha decorrenza dal 1.1.2012. Con il Provvedimento direttoriale n. 185820 del 22.12.2011 e con la recentissima CM n. 17/E/2012, l’Agenzia delle Entrate ha finalmente diffuso prima le disposizioni attuative e poi i chiarimenti relativi ai requisiti soggettivi ed oggettivi, alle modalità dei determinazione del reddito ed agli adempimenti necessari. Poiché detti chiarimenti erano decisamente attesi, visti i notevoli dubbi sollevati dalla normativa di vantaggio, nella presente circolare illustreremo gli aspetti maggiormente rilevanti. In un prossimo intervento saranno invece affrontati gli aspetti prettamente operativi e le peculiarità fiscali della nuova disciplina.

 CP  14/06/2012 
     Studi di Settore: rilancio e potenziamento della disciplina 

Le ultime manovre fiscali sono ripetutamente intervenute sulla disciplina degli Studi di Settore rafforzandone il relativo impianto sanzionatorio. L’omessa o irregolare compilazione del modello studi può ora comportare l’applicazione dell’accertamento induttivo.

 CP  30/05/2012 
     Il Fondo Patrimoniale 

In questa breve circolare riteniamo di affrontare gli aspetti principali di un istituto giuridico affatto particolare, definito, appunto, Fondo Patrimoniale e compiutamente regolato dagli articoli dal 167 al 171 del Codice Civile. L’istituto ha risvolti giuridici e giurisprudenziali complessi che non si ritiene di affrontare in questa sede; si preferisce invece delinearne i contorni più significativi, facendo salvi ulteriori approfondimenti che vanno “modulati” sulle singole posizioni personali e familiari.

 CP  17/05/2012 
     Decreto Liberalizzazioni: il diritto di rivalsa dell'IVA accertata 

Per effetto delle modifiche recate dal cosiddetto Decreto “Liberalizzazioni”, è ora possibile esercitare la rivalsa dell’IVA o della maggior IVA emersa a seguito di un avviso di accertamento o rettifica.

 CP  03/05/2012 
     Le modalità di versamento dell'IMU 

Nella giornata del 19 aprile l’Aula della Camera ha approvato il testo di conversione del Decreto “Semplificazioni Fiscali”, DL 16/2012, che contiene le ultime novità in materia di versamento dell’IMU. Ora il testo passa al Senato per la conversione definitiva anche se risulta assai probabile che, essendo stata votata la fiducia alla Camera, non si avranno modifiche al testo licenziato. Parallelamente l’Agenzia delle Entrate ha approvato, con una specifica risoluzione, i codici tributo per il versamento dell’IMU tramite modello F24. Si profila pertanto un quadro sufficientemente definitivo in ordine al versamento della nuova imposta, introdotta in via sperimentale dal 2012 dal cosiddetto Decreto “Salva Italia”, sebbene l’iter legislativo non sia ancora definitivamente completato.

 CP  19/04/2012 
     Decreto Liberalizzazioni e novità per i professionisti 

Con l’approvazione della Legge 27/2012, di conversione del cosiddetto Decreto “Liberalizzazioni”, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 24.3 ed entrata in vigore il 25.3.2012, sono giunte a conclusione legislativa alcune importanti modifiche normative relative alle professioni regolamentate nel sistema ordinistico. Esse non interessano, pertanto, quei professionisti che svolgono attività non regolamentate. Con la presente circolare si puntualizzano le norme di maggiore rilievo venute consolidandosi dal DL 138/2011 (cosiddetta “Manovra bis 2011”), in avanti fino, appunto, alla legge di conversione del Decreto “Liberalizzazioni”. Poiché il susseguirsi dei provvedimenti legislativi ha comportato una notevole mole di modifiche, abrogazioni ed integrazioni, si esporrà in sintesi solo il dettato normativo che ad oggi risulta definitivo ed in vigore.

 CP  05/04/2012 
     Le spese di manutenzione e ammodernamento degli immobili strumentali 

Il regime di deducibilità degli immobili strumentali acquisiti in proprietà o in leasing ed utilizzati esclusivamente per l’esercizio dell’arte o della professione risulta assai penalizzante, infatti, i costi di acquisto degli immobili acquisiti successivamente alla data del 1.1.2010 risultano totalmente indeducibili. Diverso risulta invece il regime di deducibilità per le spese di manutenzione, ristrutturazione ed ammodernamento sostenute per gli immobili strumentali e relativi impianti che, tra l'altro, può essere fruito unitamente alla detrazione del 55% per gli interventi di risparmio energetico.

 CP  22/03/2012 
     La patrimoniale sugli immobili e sulle attività finanziarie estere 

La Legge 214/2011, di conversione del DL 201/2011 (cosiddetto Decreto “Salva Italia”), oltreché sugli immobili e sulle attività finanziarie presenti in Italia, ha introdotto, con una impostazione sicuramente innovativa, una imposizione di natura patrimoniale sui beni detenuti all’estero. Non si tratta di imposte sul reddito relative ai beni esteri bensì di imposte patrimoniali che seguono un “binario separato” rispetto alle prime e generano adempimenti ed obblighi nuovi in capo ai contribuenti. Oltretutto mentre le imposte patrimoniali che riguardano i beni in Italia (IMU per gli immobili, imposte di bollo sulle attività finanziarie) entrano in vigore dall’anno 2012, quelle riguardanti i beni all’estero sono anticipate all’anno 2011 e, dunque, riguarderanno a pieno titolo già la prossima tornata dichiarativa di UNICO 2012. La presente circolare fornisce alcuni elementi essenziali sulle nuove disposizioni a proposito delle quali, peraltro, sono comunque attesi diversi chiarimenti esplicativi ed attuativi.

 CP  08/03/2012 
     La proroga della rateizzazione delle cartelle esattoriali 

L’entrata in vigore del cosiddetto Decreto “Salva Italia” ha notevolmente modificato, rendendole più accessibili, le procedure di riscossione, innanzitutto in tema di rateazione delle cartelle esattoriali per le somme iscritte a ruolo e, secondariamente, in materia di pagamento degli avvisi bonari. Nella presente circolare un breve esame delle novità.

 CP  23/02/2012 
     Redditi di lavoro autonomo: casistiche 

In ambito fiscale il reddito di lavoro autonomo viene definito “per esclusione”, in particolare rispetto ad altri tipi di reddito; nello specifico costituisce reddito di lavoro autonomo quello che non deriva dall’attività di lavoro dipendente o dall’esercizio di impresa e che comunque presenta i caratteri della professionalità e dell’abitualità. Afferma l’Amministrazione Finanziaria - con la RM n. 550326/1988, da considerarsi tutt’ora pienamente valevole - che “i requisiti di professionalità e abitualità sussistono ogni qualvolta il soggetto ponga in essere con regolarità, sistematicità e ripetitività, una pluralità di atti economici coordinati e finalizzati al raggiungimento di uno scopo, con esclusione quindi dell’ipotesi di atti economici posti in essere in via meramente occasionale.” La materia è civilisticamente regolata dall’art. 2222, Codice Civile, “Contratto d’opera”, che, escludendo le attività di cui all’art. 2195 in quanto appunto attività imprenditoriali a elevato contenuto di capitali investiti e di organizzazione imprenditoriale, definisce il lavoro autonomo come la casistica che ricorre “quando una persona si obbliga a compiere verso un corrispettivo un’opera o un servizio, con lavoro prevalentemente proprio e senza vincolo di subordinazione nei confronti del committente.” In questa circolare ci proponiamo, al di là delle definizioni sopra citate, di compiere un breve approfondimento di alcune casistiche particolari di lavoro autonomo che possono ingenerare dubbi in quanto non sono così ricorrenti come, appunto, la prestazione di un’opera o di un servizio citati nell’art. 2222, Codice Civile.

 CP  09/02/2012 
     Norme di interesse per i professionisti nel decreto Salva Italia 

Sul Supplemento Ordinario n. 276/L alla Gazzetta Ufficiale n. 300/2011 è stata pubblicata la Legge 214/2011, di conversione del DL 201/2011, recante disposizioni urgenti per la crescita, l’equità ed il consolidamento dei conti pubblici, cosiddetto Decreto “Salva Italia”. Il provvedimento, particolarmente complesso, contiene alcune norme che interessano direttamente, anche se non esclusivamente, i professionisti ed i lavoratori autonomi. La presente circolare si propone di selezionare le norme di maggiore interesse per questi soggetti (con specifica esclusione delle norme di interesse aziendale o personale) e di farne oggetto di sintetico esame.

 CP  27/01/2012 
     Il nuovo regime agevolato per gli ex contribuenti minimi 

Con un recente provvedimento l’Agenzia delle Entrate ha individuato le modalità per l’applicazione del nuovo regime agevolato riservato agli ex contribuenti “minimi”, ossia ai contribuenti che, pur soddisfacendo i requisiti previsti per l’accesso al previgente regime dei “minimi”, non possiedono quelli richiesti dal nuovo regime dei c.d. “superminimi”.

 CP  12/01/2012 
     Il nuovo regime dei superminimi: le regole da osservare 

Con un recente provvedimento l’Agenzia delle Entrate ha individuato le modalità per l’applicazione del nuovo regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile ed i lavoratori in mobilità, in vigore dallo scorso 1° gennaio. Tra le principali novità si segnala il venir meno dell’obbligo di applicare la ritenuta di acconto sui compensi percepiti e la possibilità, riservata ai soggetti che hanno perso il lavoro, di applicare il regime agevolato anche se l’attività costituisce la mera prosecuzione di un’altra precedente.

 CP  05/01/2012 
     All'Agenzia delle Entrate tutti i dati finanziari 

Il DL 201/2011 (c.d. Decreto “Salva Italia”) sta attraversando la concitata e, per alcuni versi caotica, fase di conversione in legge. In simili condizioni normalmente risulta saggio non affrontare l’approfondimento dettagliato di aspetti che possono subire significative modifiche in fase di conversione. La manovra, tuttavia, contiene alcuni provvedimenti che non subiranno significative modifiche, che sono destinati ad esplicare i propri effetti già dall’inizio dell’anno 2012 e che, soprattutto, richiedono ai contribuenti di comprendere sin da subito la portata delle novità introdotte e di adeguare di conseguenza i propri comportamenti. Intendiamo riferirci alla trasmissione dei dati relativi a tutti i movimenti finanziari dei contribuenti all’Anagrafe tributaria dal 1° gennaio 2012 ed allo scenario completamente nuovo che ciò può comportare, anche in associazione con le ben note limitazioni all’uso del contante e con l’inasprimento della sanzionabilità penale in caso di comunicazioni false.

 CP  15/12/2011 
     La fuoriuscita dal regime dei minimi e la rettifica della detrazione IVA 

Per effetto delle modifiche apportate dalla “Manovra Correttiva”, dal 2012 la stragrande maggioranza degli attuali contribuenti minimi sarà obbligata a fuoriuscire dal regime agevolato. Il passaggio ad un regime di determinazione ordinaria dell’IVA comporta la rettifica, a favore del contribuente, dell’imposta pagata per i beni ed i servizi non ancora ceduti o utilizzati, esistenti al 31.12.2011.

 CP  01/12/2011 
     Il nuovo redditometro 

Lo scorso 25 ottobre è stato presentato dall’Agenzia delle Entrate agli Ordini professionali e alle Associazioni di categoria il nuovo redditometro e la relativa procedura applicativa. La nuova disciplina, pur se fondata come in passato sul principio che le spese sostenute dal contribuente derivano dal reddito conseguito, prevede nuove modalità di calcolo del reddito sinteticamente determinato.

 CP  17/11/2011 
     Novità in tema di dilazione degli avvisi bonari 

Le somme dovute a seguito dei controlli automatizzati e formali delle dichiarazioni sono comunicate al contribuente affinché lo stesso possa procedere al pagamento prima della loro iscrizione a ruolo, beneficiando di una forte riduzione delle sanzioni. Il “Decreto Sviluppo” ha semplificato e razionalizzato le regole per l’accesso alla rateazione delle comunicazioni di irregolarità.

 CP  03/11/2011 
     Accertamenti esecutivi al nastro di partenza 

A partire dallo scorso 1° ottobre, sono divenute pienamente operative le nuove disposizioni in materia di riscossione previste dal DL 78/2010. In particolare, gli avvisi di accertamento emessi dall’Agenzia delle Entrate per imposte sui redditi, IVA e IRAP, assumono ora efficacia esecutiva una volta decorsi 60 giorni dalla loro notifica.

 CP  20/10/2011 
     Il trasferimento del diritto alla detrazione del 36% 

In caso di cessione di un immobile oggetto di interventi di recupero del patrimonio edilizio, le detrazioni del 36% ancora non utilizzate possono essere trasferite all’acquirente dell’unità residenziale o rimanere in capo al cedente. La novità trova applicazione con riferimento alle compravendite di immobili perfezionate a decorrere dal 17.9.2011.

 CP  06/10/2011 
     Sospensione dall'albo per l'omessa fatturazione dei compensi 

I professionisti ai quali nell’arco di un quinquennio sono contestate quattro violazioni dell’obbligo di emissione della fattura, sono sospesi dall’albo o dall’ordine di appartenenza. Se la violazione è commessa nell’esercizio in forma associata della professione, la sospensione è estesa a tutti gli associati.

 CP  22/09/2011 
     Novità in tema di ravvedimento operoso 

Al fine di coordinare l’entità delle sanzioni al ritardo dei versamenti, la “Manovra Correttiva 2011” ha previsto la riduzione delle sanzioni applicabili in caso di breve ritardo negli adempimenti connessi al versamento dei tributi. Tale novità si riflette anche sulla disciplina del ravvedimento operoso e, in particolare, sulle diverse modalità di regolarizzazione degli omessi o insufficienti versamenti delle imposte a disposizione dei contribuenti.

 CP  08/09/2011 
     Le modifiche al regime dei contribuenti minimi 

La “Manovra Correttiva 2011” ha profondamente modificato le condizioni per l’accesso e la permanenza nel regime dei contribuenti minimi. I contribuenti minimi che per effetto delle nuove disposizioni non presentano le caratteristiche per continuare a beneficiare del regime agevolato, accederanno ad un nuovo regime semplificato oppure potranno optare per l’applicazione del regime contabile ordinario.

 CP  04/08/2011 
     La durata delle verifiche fiscali 

A seguito delle modifiche introdotte dal “Decreto Sviluppo”, la durata delle verifiche fiscali non può essere superiore a 15 giorni lavorativi contenuti nell’arco di non più di un trimestre. Ai fini del computo dei giorni lavorativi devono essere considerati i giorni di effettiva presenza degli organi di controllo presso la sede del contribuente. Il decreto ha altresì precisato che i diritti e le garanzie del contribuente sottoposto a verifica si applicano anche alle attività ispettive o di controllo poste in essere dagli enti di previdenza.

 CP  21/07/2011 
     L'autorizzazione per le operazioni intracomunitarie 

Con la modifica dell’art. 35, DPR 633/1972, la Manovra correttiva 2010 ha previsto l’obbligo, per i soggetti passivi che intendono effettuare operazioni intracomunitarie, di manifestare tale volontà nella dichiarazione di inizio attività. L’adempimento interessa anche i soggetti già in attività, chiamati a presentare un’apposita istanza per non essere cancellati dall’archivio VIES. All’Agenzia delle Entrate è stata attribuita la facoltà di negare o revocare l’autorizzazione all’effettuazione delle operazioni intracomunitarie.

 CP  07/07/2011 
     La cessione del contratto di leasing dell'autoveicolo 

La cessione del contratto di leasing comporta il trasferimento del diritto di godimento del bene in capo al subentrante e l’acquisizione dell'opzione di acquisto della proprietà del bene alla scadenza del contratto. Il corrispettivo derivante dalla cessione del contratto di leasing va assoggettato alla stessa percentuale di detraibilità IVA adottata dal cedente.

 CP  23/06/2011 
     Riaperti i termini per la rivalutazione di terreni e partecipazioni 

Il Decreto Sviluppo ha riaperto i termini per la rivalutazione dei terreni e delle partecipazioni societarie posseduti alla data del 1° luglio 2011. La rivalutazione comporta la rideterminazione del costo di acquisto dei terreni e delle partecipazioni, consentendo l’emersione di una minore plusvalenza al momento della successiva cessione. Per i soggetti che intendono effettuare una nuova rivalutazione su terreni o partecipazioni già rivalutati, è prevista la possibilità di detrarre la quota di imposta sostitutiva già versata o di richiederne il rimborso fruendo del maggior termine previsto dalla norma.

 CP  09/06/2011 
     Le semplificazioni fiscali previste dal decreto sviluppo 

Il Decreto Sviluppo, recentemente pubblicato in Gazzetta Ufficiale, contempla alcune semplificazioni fiscali delle quali possono beneficiare anche i lavoratori autonomi. Le nuove disposizioni sono applicabili a partire dallo scorso 14 maggio, tuttavia, alcune norme necessitano di un chiarimento dell’Agenzia delle Entrate prima di poter essere messe in pratica.

 CP  26/05/2011 
     L'avviso di parcella: limiti e cautele 

Nella pratica professionale è oramai consolidata la prassi di emettere all’esecuzione della prestazione un documento denominato “avviso di parcella” o simile, al fine di documentare e quantificare il corrispettivo spettante. Mediante tale procedura è possibile posticipare l’emissione della fattura e, quindi, il versamento della relativa imposta. L'avviso di parcella, tuttavia, deve essere emesso con le dovute attenzioni, onde evitare l'eventuale pretesa tributaria dell'Amministrazione finanziaria.

 CP  12/05/2011 
     La proroga delle rateazioni concesse da Equitalia 

I contribuenti non in regola con il pagamento delle rate concesse dall’Agente della Riscossione possono richiedere un’ulteriore dilazione del pagamento delle rate purché dimostrino di aver avuto un peggioramento della loro situazione economica. La nuova rateazione può essere concessa, previa presentazione di un’apposita istanza, per un massimo di 72 mesi.

 CP  28/04/2011 
     La parziale deducibilità dell'IRAP 

A partire dal periodo d’imposta 2008, l’art. 6, DL 185/2008, ha stabilito la deducibilità di una quota forfetaria dell’IRAP ai fini della determinazione del reddito di lavoro autonomo. La parziale deducibilità dell’imposta regionale trova applicazione solo se alla determinazione del valore della produzione IRAP abbiano concorso, indipendentemente dal loro ammontare, spese per il personale dipendente oppure oneri finanziari.

 CP  14/04/2011 
     Le spese di vitto e alloggio e il modello UNICO 2011 

Dal 1° gennaio 2009 le spese sostenute per prestazioni alberghiere e di ristorazione sono deducibili nel limite del 75% del loro ammontare. Ai fini della determinazione del reddito di lavoro autonomo, tale limitazione va altresì coordinata con le percentuali di deducibilità dettate dall’art. 54, TUIR, le quali variano a seconda della particolare circostanza al ricorrere della quale tali spese sono sostenute. Il rispetto del doppio limite di deducibilità delle spese di vitto e alloggio trova collocazione anche nella compilazione del modello UNICO PF 2011.

 CP  30/03/2011 
     Il rimborso delle spese comuni tra professionisti non associati 

Il riaddebito di spese comuni per lo studio utilizzato da più professionisti non organizzati in un’associazione professionale, non costituisce reddito di lavoro autonomo. Il rimborso delle spese va documentato con fattura, assoggettata a IVA ma senza applicazione della ritenuta di acconto.

 CP  17/03/2011 
     Al via la compensazione delle somme iscritte a ruolo 

Dal 1° gennaio 2011 opera il divieto di utilizzo in compensazione dei crediti di natura erariale in presenza di imposte erariali iscritte a ruolo e non pagate di importo superiore alla soglia di € 1.500. Con la pubblicazione del DM 10.2.2011 trova applicazione la possibilità di compensare le somme iscritte a ruolo con i crediti relativi alle medesime imposte. L’emanazione del decreto attuativo comporta, tuttavia, il blocco totale delle compensazioni sino all’avvenuta estinzione del debito iscritto a ruolo.

 CP  03/03/2011 
     L'avviso di accertamento quale strumento della riscossione 

La “Manovra Correttiva 2010” ha disposto che gli avvisi di accertamento emessi dall’Agenzia delle Entrate a decorrere dal prossimo 1° luglio, divengano esecutivi decorsi 60 giorni dalla notifica al contribuente. L’Amministrazione finanziaria potrà quindi contare su di un titolo esecutivo di natura tributaria, immediatamente utilizzabile ai fini dell’esecuzione forzata, senza dover attendere le lungaggini correlate all’iscrizione e alla notifica dei ruoli esattoriali.

 CP  17/02/2011 
     Comunicazione delle operazioni di importo almeno pari a € 3.000 

Con il Provvedimento 22.12.2010, l’Agenzia delle Entrate ha fissato le modalità operative per il nuovo obbligo di comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA di importo non inferiore a € 3.000. La comunicazione va presentata, esclusivamente per via telematica, con cadenza annuale entro il 30 aprile dell’anno successivo a quello di riferimento. Per il 2010, l’adempimento interessa le sole operazioni di ammontare non inferiore a € 25.000, documentate con fattura. E’ inoltre previsto il differimento del termine di presentazione della comunicazione al 31.10.2011.

 CP  03/02/2011 
     La proroga della detrazione per il risparmio energetico 

La Legge di stabilità ha prorogato fino al 31 dicembre 2011 la detrazione IRPEF del 55% per le spese sostenute per la riqualificazione energetica degli edifici. Per le spese sostenute nel corso del 2011, la detrazione va ripartita in 10 rate annuali di pari importo.

 CP  20/01/2011 
     Contribuenti minimi: il riporto delle perdite maturate nel regime agevolato 

Con un recentissimo intervento di prassi, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che le perdite maturate nel corso del regime agevolato possono essere computate in diminuzione dei redditi di lavoro autonomo prodotti in “regime ordinario” nei successivi periodi d’imposta. La medesima risoluzione specifica, inoltre, che i costi sostenuti per gli immobili strumentali acquistati successivamente al 31 dicembre 2009 non sono più fiscalmente deducibili.

 CP  06/01/2011 
     La compensazione in presenza di imposte iscritte a ruolo 

La “Manovra Correttiva” ha previsto, a decorrere dal 1° gennaio 2011, il divieto di compensazione nel modello F24 di crediti di natura erariale, in presenza di imposte iscritte a ruolo e non pagate. La medesima disposizione introduce, tuttavia, la possibilità di compensazione “interna” tra somme iscritte a ruolo e crediti relativi alle stesse imposte.

 CP  16/12/2010 
     Gli omaggi natalizi dei professionisti 

Con l’approssimarsi delle festività natalizie ritorna d’attualità la problematica fiscale attinente gli omaggi destinati alla clientela ed ai propri dipendenti. Esaminiamo il relativo trattamento contabile e fiscale.

 CP  02/12/2010 
     Il versamento degli acconti 2010 

Entro il prossimo 30 novembre, i lavoratori autonomi sono chiamati al versamento della seconda o unica rata dell’acconto IRPEF ed IRAP relativo ai redditi conseguiti nel 2010. I professionisti iscritti alla Gestione separata INPS devono provvedere anche al versamento della seconda rata di acconto dei contributi previdenziali. Pur non volendo addentrarci in inutili tecnicismi, si ritiene comunque utile riepilogare le metodologie di calcolo dell’imposta e le relative modalità di versamento.

 CP  18/11/2010 
     Ricorso alle commissioni tributarie per il diniego alla rateazione 

Con Sentenza n. 20778/2010, la Corte di Cassazione ha stabilito che la rateizzazione delle imposte iscritte a ruolo rappresenta un diritto per il contribuente che versa in difficoltà economiche. Viene inoltre confermato che il provvedimento di rigetto dell’istanza di rateizzazione di un debito avente natura tributaria, può essere oggetto di ricorso di fronte alla Commissione Tributaria territorialmente competente.

 CP  04/11/2010 
     Le targhe dei professionisti e l'imposta sulla pubblicità 

Con Sentenza n. 16722/2010, la Corte di Cassazione ha ritenuto che le targhe professionali non sono soggette all’imposta sulla pubblicità. Alle stesse va infatti riconosciuta l’esenzione prevista per le insegne di esercizio delle attività commerciali e di produzione di servizi. Se la targa esposta all'esterno dello studio professionale non contiene messaggi promozionali ma unicamente i nomi, l’attività svolta ed il luogo dello studio, non va assoggettata all’imposta.

 CP  21/10/2010 
     Comunicazione black list: le ultime novità 

Come noto, i titolari di partita IVA che effettuano operazioni con soggetti localizzati nei c.d. “paradisi fiscali”, sono tenuti a comunicarne periodicamente i dati mediante un apposito modello di comunicazione da inviare, esclusivamente in via telematica, all’Agenzia delle Entrate. Il nuovo adempimento ha periodicità mensile o trimestrale a seconda del volume degli scambi effettuati e comporta un attento monitoraggio delle operazioni intercorse con soggetti localizzati in Paesi inclusi nelle c.d. “black list” richiamate dalla norma, che peraltro sono state oggetto di aggiornamento nella scorsa estate. Il termine per l’invio della prima comunicazione, che interessa le operazioni effettuate a partire dal 1° luglio 2010, è stato differito al prossimo 2 novembre. Riprendiamo l’argomento, già trattato nella circolare n. 10/2010, al fine di evidenziare le modifiche normative ad oggi intervenute.

 CP  07/10/2010 
     Il limite di 8.000 euro per l'ipoteca esattoriale 

A decorrere dallo scorso 26 maggio non è più prevista la possibilità per gli Agenti della riscossione di iscrivere ipoteca sugli immobili del debitore qualora l’importo complessivo della cartella di pagamento sia inferiore a € 8.000. Per cancellare le ipoteche iscritte in periodi antecedenti occorre presentare un’apposita istanza alla società di riscossione che deve accollarsi i costi relativi all’iscrizione e alla cancellazione ipotecaria.

 CP  23/09/2010 
     IVA per cassa e procedure concorsuali 

I soggetti operanti nel cosiddetto regime dell’IVA per cassa possono rinviare il versamento dell’imposta a debito sino al momento dell’effettiva riscossione del corrispettivo. Tale possibilità, tuttavia, trova applicazione entro il limite di un anno dall’effettuazione dell’operazione, salvo che, nel frattempo, non intervenga a carico del cliente una procedura concorsuale od esecutiva.

 CP  09/09/2010 
     Le spese di rappresentanza nel regime dei minimi 

La nuova disciplina fiscale delle spese di rappresentanza trova applicazione anche per i contribuenti che aderiscono al regime dei minimi. Secondo l’Agenzia delle Entrate, la relativa quota deducibile ai fini fiscali va determinata in proporzione all’ammontare dei ricaviconseguiti nel periodo di sostenimento delle spese.

 CP  05/08/2010 
     Il ravvedimento degli omessi versamenti IVA 

L’omesso versamento dell’imposta dovuta in base alle liquidazioni periodiche o alla dichiarazione annuale IVA comporta l’applicazione di una sanzione del 30%. Se la violazione non è stata ancora constatata dall’Amministrazione finanziaria è possibile ricorrere all’istituto del ravvedimento operoso, beneficiando di un significativo abbattimento delle sanzioni applicabili.

 CP  22/07/2010 
     Contribuenti minimi e modelli INTRASTAT: nuovi chiarimenti 

Esaminiamo gli adempimenti INTRASTAT in capo ai contribuenti minimi alla luce dei chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate con la recentissima Circolare n. 36/E/2010. In particolare, l’Agenzia precisa che per le prestazioni di servizi e per le cessioni di beni fatturate a clienti comunitari non è necessario compilare e presentare la dichiarazione INTRASTAT. Gli acquisti di beni e servizi da altri soggetti IVA comunitari vanno, invece, riepilogati negli elenchi.

 CP  08/07/2010 
     Il potenziamento dell’attività di riscossione 

Il DL 78/2010 (c.d. “Manovra Correttiva 2010”) ha previsto che gli avvisi di accertamento notificati a partire dal 1° luglio 2011 e relativi al periodo di imposta 2007 e successivi, assumano efficacia esecutiva all’atto della notifica del provvedimento. Inoltre, a decorrere dal 1° gennaio 2011, la compensazione “orizzontale” (con modello F24) dei crediti relativi ad imposte erariali è vietata fino a concorrenza dell’importo dei debiti iscritti a ruolo di ammontare superiore a € 1.500, per i quali è scaduto il termine di pagamento.

 CP  24/06/2010 
     Nuovi limiti all'utilizzo del contante 

Dal 31 maggio 2010 il limite all’uso del contante e dei libretti al portatore è stato ridotto da € 12.500 a € 5.000. I libretti al portatore aventi saldo superiore a tale soglia devono essere estinti o ricondotti al limite di € 5.000 entro il 30 giugno 2011. L’impianto sanzionatorio per la violazione delle disposizioni sull’uso del contante prevede che la sanzione minima non possa essere inferiore a € 3.000.

 CP  10/06/2010 
     Le spese di vitto e alloggio del professionista 

Dal 1° gennaio 2009, le spese sostenute per prestazioni alberghiere e di ristorazione sono deducibili nel limite del 75% del loro ammontare. Tale limite, almeno per quanto riguarda i lavoratori autonomi, va altresì combinato con le percentuali previste dall’art. 54, TUIR, le quali variano in base alla particolare circostanza in cui sono sostenute.

 CP  27/05/2010 
     La comunicazione per le operazioni con Paesi black list 

Nell’ambito delle azioni di contrasto ai fenomeni di elusione ed evasione fiscale transnazionale, il “Decreto Incentivi” ha introdotto l’obbligo, in capo a tutti i soggetti passivi IVA, di comunicare le operazioni riguardanti cessioni di beni e prestazioni di servizi realizzate con operatori economici aventi sede, residenza o domicilio nei cosiddetti Paesi “black list”. La comunicazione va presentata a decorrere dalle operazioni effettuate dal 1° luglio 2010, con periodicità mensile o trimestrale a seconda del volume degli scambi.

 CP  13/05/2010 
     La cessione dell'autovettura del professionista: aspetti IVA 

Le numerose modifiche intervenute negli ultimi anni al regime di detrazione dell’IVA relativa all’acquisto di autoveicoli, devono essere attentamente valutate in sede di cessione del veicolo stesso. In particolare, la cessione dell’autovettura utilizzata nell’attività di lavoro autonomo, è soggetta ad un diverso trattamento IVA a seconda del regime di detrazione applicato al momento dell’acquisto.

 CP  29/04/2010 
     Gli ecoincentivi al consumo 

Con la finalità di sostenere alcuni particolari settori industriali in crisi e rilanciare i consumi, sono stati stanziati € 300 milioni di fondi per l’acquisto di determinati beni e servizi. Con la pubblicazione del Decreto 26 marzo 2010, attuativo delle disposizioni contenute nel DL 40/2010, a decorrere dal 15 aprile 2010, i soggetti interessati possono usufruire di specifici incentivi, sotto forma di riduzione del prezzo praticato dal venditore, di ammontare variabile a seconda della tipologia del bene acquistato. Gli incentivi saranno erogati fino ad esaurimento delle somme stanziate per ciascun settore (cucine ed elettrodomestici, mobilità sostenibile, motocicli elettrici, abitazioni ad alta efficienza energetica, macchine agricole, gru, motori per la nautica).

 CP  15/04/2010 
     La cessione degli immobili strumentali dei professionisti 

Per effetto delle norme contenute nella Legge Finanziaria 2007, le plusvalenze o le minusvalenze emergenti dalla cessione di immobili strumentali acquisiti dal 2007, concorrono alla formazione del reddito di lavoro autonomo. Le plus/minusvalenze derivanti dalla cessione di immobili strumentali acquisiti prima del 1° gennaio 2007, non assumono invece alcuna rilevanza reddituale. Esaminiamo gli importanti chiarimenti rilasciati dall’Agenzia delle Entrate nella recentissima Risoluzione n. 13/E/2010.

 CP  01/04/2010 
     Elenchi INTRASTAT per le prestazioni di servizi comunitari 

Dal 1° gennaio 2010 le prestazioni di servizi rese e ricevute in ambito comunitario devono essere riepilogate nei nuovi elenchi INTRASTAT dedicati ai servizi. Gli elenchi riepilogativi vanno trasmessi, esclusivamente in via telematica, con cadenza mensile o trimestrale a seconda del volume di operazioni conseguite e/o ricevute negli ultimi quattro trimestri rispetto a quello di riferimento. Nello scorso mese di febbraio sono stati emanati i decreti attuativi della nuova disciplina: DM MEF 22.2.2010, contenente le modalità ed i termini di presentazione degli elenchi riepilogativi, e Determinazione n. 22778/RU/2010 dell’Agenzia delle Dogane di approvazione dei nuovi modelli, venendo a completarsi il quadro normativo di riferimento degli elenchi INTRASTAT 2010.

 CP  18/03/2010 
     Rivoluzione IVA nei servizi con l'estero 

La Direttiva comunitaria n. 2008/8/CE (c.d. “Direttiva Servizi”) ha profondamente modificato i criteri disciplinanti la territorialità dei servizi ai fini IVA. Le nuove disposizioni, in vigore dal 1° gennaio 2010, hanno un impatto notevole sugli adempimenti IVA dei contribuenti. Occorre inoltre considerare il nuovo obbligo di presentazione dei modelli INTRASTAT per i servizi resi e/o ricevuti in ambito comunitario.

 CP  04/03/2010 
     Nuova opportunità di rivalutazione per terreni e partecipazioni 

La Finanziaria 2010 ha riaperto i termini per la rivalutazione dei terreni e delle partecipazioni societarie posseduti alla data del 1° gennaio 2010. La rivalutazione comporta la rideterminazione del costo di acquisto dei terreni e delle partecipazioni, consentendo l’emersione di una minore plusvalenza al momento della successiva cessione. I soggetti interessati dovranno far redigere ed asseverare una perizia di stima e versare la prima rata dell’imposta sostitutiva entro il prossimo 2 novembre.

 CP  18/02/2010 
     Detrazione 55%: entro marzo la comunicazione per i lavori pluriennali 

La Legge Finanziaria 2008 ha prorogato al 31 dicembre 2010 l’agevolazione fiscale prevista per gli interventi di riqualificazione energetica. Per le spese sostenute a decorrere dal 2009, è stato introdotto l’obbligo di inviare un’apposita comunicazione all’Agenzia delle Entrate, qualora gli interventi di riqualificazione energetica si protraggano nel periodo d’imposta successivo a quello in cui sono iniziati e sono state sostenute le prime spese. La comunicazione per le spese sostenute nel 2009, relativa a lavori iniziati nel 2009 e proseguiti nel 2010, deve essere inviata, esclusivamente in via telematica, entro il prossimo 31 marzo 2010.

 CP  04/02/2010 
     Scudo fiscale: la riapertura dei termini 

Il cosiddetto Decreto “Milleproroghe” ha disposto la riapertura dello scudo fiscale, stabilendo che le attività finanziarie e patrimoniali detenute all’estero, in violazione della normativa in materia di monitoraggio fiscale a partire da una data non successiva al 31 dicembre 2008, possono essere rimpatriate o regolarizzate fino al 30 aprile 2010. Lo stesso decreto interviene altresì con due disposizioni strettamente collegate alla sanatoria delle attività irregolarmente detenute all’estero, ossia il raddoppio dei termini per l’attività di accertamento delle attività detenute in paradisi fiscali, nonché per l’irrogazione delle sanzioni afferenti le violazioni relative alla disciplina sul monitoraggio fiscale. Disposizioni destinate ad avere significativa rilevanza nelle valutazioni che saranno chiamati ad effettuare i soggetti potenzialmente interessati ad avvalersi della riapertura dei termini.

 CP  21/01/2010 
     Finanziaria 2010: le principali novità 

A seguito della definitiva approvazione del Parlamento, è stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 243 alla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 30.12.2009, la Legge Finanziaria per il 2010 (Legge 191/2009). Esaminiamo per brevi flash le principali novità fiscali; seguiranno approfondimenti in funzione dell’importanza e dell’urgenza.

 CP  07/01/2010 
     Le spese di pubblicità del professionista 

Dal 2006 anche i professionisti possono ricorrere alla pubblicità per reclamizzare i propri servizi. Esaminiamo il relativo trattamento fiscale con un breve intervento in tema di imposta di pubblicità sulle targhe professionali.

 CP  17/12/2009 
     Gli acconti di novembre 

Entro il prossimo 30 novembre, i lavoratori autonomi sono chiamati al versamento della seconda o unica rata dell’acconto IRPEF ed IRAP relativo ai redditi conseguiti nel 2009. Con un apposito DL, in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, è stata prevista la riduzione di 20 punti percentuali della misura dell’acconto IRPEF. I professionisti iscritti alla Gestione separata INPS devono provvedere anche al versamento della seconda rata dell'acconto 2009 dei contributi previdenziali. Pur non volendo addentrarci in inutili tecnicismi, si ritiene comunque utile riepilogare le metodologie di calcolo dell’imposta e le relative modalità di versamento.

 CP  19/11/2009 
     Posta elettronica certificata: la scadenza del 29 novembre 

Entro il prossimo 29 novembre, i professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato, sono obbligati a dotarsi di una casella di posta elettronica certificata. Entro la medesima data sono tenuti a darne comunicazione al proprio Ordine o Collegio.

 CP  05/11/2009 
     La deducibilità dei costi relativi agli immobili e la scadenza del 31 dicembre 2009 

La Legge Finanziaria 2007 ha introdotto per il triennio 2007 - 2009 un regime provvisorio che riconosce per gli immobili strumentali acquisiti entro il 31 dicembre 2009, la deducibilità delle quote di ammortamento o dei canoni di leasing. Per gli immobili ad uso promiscuo acquisiti entro il predetto termine mediante contratti di leasing, viene invece riconosciuta la deducibilità del 50% dei canoni di locazione finanziaria. Considerato che, salvo improbabili modifiche legislative dell’ultim’ora, per gli investimenti immobiliari effettuati a partire 2010 non sarà ammessa alcuna deduzione, i soggetti che nei prossimi mesi hanno intenzione di procedere all’acquisto o all’acquisizione in leasing di un immobile devono valutare l’opportunità di procedere all’operazione entro la fine del corrente anno.

 CP  22/10/2009 
     Lo scudo fiscale: un'opportunità da non perdere 

La “Manovra d’Estate” ripropone la possibilità di rimpatriare o regolarizzare le attività finanziarie o patrimoniali detenute all’estero in violazione della normativa sul monitoraggio dei capitali. Lo scudo-ter richiede il versamento di un’imposta straordinaria del 5% sul valore delle attività irregolarmente detenute all’estero, da effettuarsi nel periodo 15 settembre - 15 dicembre 2009.

 CP  08/10/2009 
     Le spese di rappresentanza 

Le spese di rappresentanza sono deducibili nei limiti dell’1% dei compensi percepiti nel periodo di imposta. Nelle spese di rappresentanza sono da ricomprendere i costi sostenuti per l’acquisto di oggetti d’arte, antiquariato o da collezione, anche se utilizzati quali beni strumentali, nonché il costo per l’acquisto di beni destinati ad essere ceduti gratuitamente. Come confermato da un recente intervento di prassi, le nuove disposizioni relative alla qualificazione delle altre spese di rappresentanza, seppur indirizzate alle imprese, rilevano anche per i professionisti.

 CP  24/09/2009 
     Nuove regole per la compensazione dei crediti fiscali 

Per contrastare gli abusi e gli illeciti utilizzi di crediti inesistenti e, contestualmente, incrementare la soglia massima annua di utilizzo dei crediti fiscali in compensazione, il DL 78/2009 (c.d. “Manovra d’Estate”) introduce un nuovo meccanismo preventivo di controllo per le compensazioni IVA. Le nuove regole trovano applicazione a decorrere dal 1° gennaio 2010, sino a tale data permane la disciplina vigente.

 CP  10/09/2009 
     Le fatture e l'imposta di bollo 

Sono esenti dall'imposta di bollo le fatture, le ricevute, le quietanze, le note, i conti, le lettere ed altri documenti di accreditamento e/o addebitamento riguardanti il pagamento di corrispettivi di operazioni assoggettate ad IVA. Le fatture e gli altri documenti equivalenti non soggetti ad IVA, sono assoggettate all'imposta di bollo di € 1,81 qualora l'importo complessivo indicato sia superiore a € 77,47.

 CP  06/08/2009 
     La detrazione per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici 

Per i contribuenti che fruiscono della detrazione IRPEF prevista per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, il DL 5/2009 (c.d. Decreto Incentivi) ha introdotto un’ulteriore detrazione dall’imposta lorda relativamente alle spese sostenute per l’acquisto di mobili, elettrodomestici ad alta efficienza energetica nonché apparecchi televisivi e computer, finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione. Il beneficio fiscale consiste nel riconoscimento di una detrazione del 20% delle spese sostenute nel periodo 7 febbraio - 31 dicembre 2009. Con la Circolare n. 35/E/2009, l’Agenzia delle Entrate fornisce i primi chiarimenti in materia.

 CP  23/07/2009 
     I compensi ai familiari del professionista 

L’esercente arti e professioni non può dedurre dal proprio reddito i compensi per lavoro dipendente, collaborazione nonché lavoro autonomo occasionale, erogati ai propri familiari. Allo stesso modo, è previsto che tali compensi non formino reddito in capo ai familiari dello stesso professionista.

 CP  09/07/2009 
     L'imputazione annuale dei compensi ed i recenti chiarimenti delle Entrate 

Alla luce delle ultime interpretazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate, la presente circolare intende puntualizzare l’esatta imputazione temporale dei compensi riscossi dai professionisti con mezzi di pagamento diversi dal contante, al fine della determinazione del reddito derivante dall’esercizio della professione.

 CP  25/06/2009 
     Versamento imposte: proroga al 6 luglio per i soggetti interessati dagli studi di settore 

E’ in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, uno specifico DPCM che prevede la proroga di 20 giorni per il versamento delle imposte risultanti dalle dichiarazioni in scadenza il prossimo 16 giugno (16 luglio con la maggiorazione dello 0,40%), per i contribuenti soggetti agli studi di settore. I soggetti non interessati dagli studi di settore sono invece tenuti a rispettare i termini ordinari, ossia il 16 giugno ovvero il 16 luglio 2009 con la maggiorazione dello 0,40%.

 CP  11/06/2009 
     Riqualificazione energetica: approvato il modello di comunicazione 

E’ stato pubblicato sul sito web dell’Agenzia delle Entrate il modello di comunicazione per i lavori relativi agli interventi di riqualificazione energetica che proseguono oltre il periodo d’imposta per fruire della detrazione del 55% dell’IRPEF riconosciuta per gli interventi su edifici esistenti, sull’involucro di edifici esistenti, di installazione di pannelli solari e di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale. La comunicazione va presentata esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, dai soggetti che hanno effettuato interventi di riqualificazione che proseguono oltre il periodo d’imposta nel quale gli stessi sono iniziati.

 CP  28/05/2009 
     La rateazione delle somme iscritte a ruolo 

A seguito delle novità apportate dal DL 112/2008, la disciplina inerente la rateazione delle somme iscritte a ruolo ha subito rilevanti modifiche. La rateazione viene ora riconosciuta per un massimo di 72 rate mensili, anche successivamente all’inizio delle procedure esecutive, previa presentazione di un’apposita istanza all’Agente della riscossione (Equitalia).

 CP  14/05/2009 
     La rateazione degli avvisi bonari 

Prima di procedere all’iscrizione a ruolo delle somme derivanti dalla liquidazione dei tributi risultanti dalle dichiarazioni, l’Amministrazione finanziaria deve inviare al contribuente una comunicazione di irregolarità (c.d. avviso bonario). Entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione di irregolarità, il contribuente può fornire i necessari chiarimenti, produrre all’Ufficio la documentazione relativa ai versamenti eventualmente non conteggiati oppure versare quanto dovuto usufruendo della riduzione ad 1/3 delle sanzioni, ordinariamente dovute nella misura del 30% delle somme non versate o versate in ritardo. Decorso inutilmente tale termine, le somme vengono iscritte a ruolo con emissione di cartella esattoriale. La Legge Finanziaria 2008, ha introdotto la possibilità per il contribuente di rateizzare le somme indicate negli avvisi bonari, prevedendo altresì che per importi superiori a € 2.000, la rateazione del pagamento è automatica e non subordinata alla richiesta al competente ente impositore.

 CP  30/04/2009 
     IVA per cassa: il regolamento attuativo 

Con il DM 25 marzo 2009, attuativo del DL 185/2008 (c.d. Decreto “Anti-Crisi”), viene fissato a € 200.000 il limite massimo del volume di affari entro il quale i soggetti passivi IVA potranno avvalersi del regime di esigibilità differita dell’IVA che consente di rimandare il versamento dell’IVA sino all’avvenuto incasso del corrispettivo.

 CP  16/04/2009 
     Ritenute non certificate: l'Agenzia cambia posizione 

Come noto, i professionisti devono ricevere dai propri committenti sostituti d’imposta la certificazione attestante i compensi percepiti e le ritenute di acconto trattenute nel periodo d’imposta. Con la Risoluzione n. 68/E/2009, l’Agenzia delle Entrate, mutando la posizione sino ad oggi assunta, precisa che è possibile scomputare dall’IRPEF le ritenute sui redditi di lavoro autonomo subite, anche in assenza della prescritta certificazione rilasciata dal sostituto d’imposta.

 CP  02/04/2009 
     Professionisti iscritti in albi ed elenchi: entro il 29 novembre obbligo di adozione della PEC 

Il DL 185/2008 ha previsto l’obbligo, per i professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato, di dotarsi di una casella di posta elettronica certificata entro il prossimo 29 novembre. I messaggi inviati attraverso la casella di posta elettronica certificata assumono valore legale analogo alla raccomandata A/R o di una notificazione a mezzo posta e pertanto sono opponibili nei confronti dei terzi.

 CP  19/03/2009 
     Le novità del decreto incentivi 

Con la pubblicazione in GU del DL 5/2009, a decorrere dall’11 febbraio 2009, divengono pienamente operative le misure individuate dal Legislatore per fronteggiare gli effetti della crisi del settore industriale. Il decreto contiene alcune disposizioni di interesse generale, tra le quali si segnalano gli incentivi per la rottamazione dei veicoli e la detrazione per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici nell’ambito di interventi di recupero edilizio.

 CP  05/03/2009 
     I professionisti e la certificazione dei compensi percepiti 

Entro il 28 febbraio 2009, i professionisti devono ricevere dai propri committenti, cosiddetti sostituti di imposta perché si “sostituiscono” allo Stato nel prelievo fiscale, un documento che certifichi quanti compensi di lavoro autonomo sono stati corrisposti nell’anno 2008 (secondo il criterio di cassa) e quante ritenute d’acconto sono state trattenute.

 CP  19/02/2009 
     Ristrutturazioni edilizie: prorogata al 2011 la detrazione IRPEF 

Come noto, la Legge Finanziaria 2008 ha prorogato per il triennio 2008 - 2010 la detrazione IRPEF del 36% spettante per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio nel limite di € 48.000 per unità immobiliare. La Legge Finanziaria 2009 ha ulteriormente prorogato l’agevolazione fiscale sino al 31 dicembre 2011. Le predette proroghe comportano anche l’applicazione dell’aliquota IVA agevolata al 10% relativamente alle spese fatturate fino al 31.12.2011 per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio eseguiti su fabbricati a prevalente destinazione abitativa privata.

 CP  05/02/2009 
     Decreto "Anti-Crisi": le principali novità fiscali 

Esaminiamo per brevi flash le principali disposizioni fiscali inerenti i titolari di reddito di lavoro autonomo contenute nel DL 185/2008 (c.d. Decreto “Anti-Crisi”) in fase di conversione in legge. Le disposizioni in esame, volte a fronteggiare gli effetti dell’attuale crisi economica e finanziaria, sono pienamente operative dal 29 novembre 2008.

 CP  22/01/2009 
     Riqualificazione energetica: dal 15 gennaio l'invio delle istanze 

La Legge Finanziaria 2008, al fine di incentivare il risparmio energetico, ha prorogato al 31 dicembre 2010 l’agevolazione fiscale prevista per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti. Detta agevolazione si sostanzia in detrazioni IRPEF, entro il limite che trova capienza nell’imposta annua derivante dalla dichiarazione dei redditi. Il DL 185/2008 (c.d. Decreto “Anti-Crisi”) ha tuttavia previsto alcune gravose limitazioni al beneficio fiscale oltre a richiedere nuovi adempimenti a carico dei contribuenti.

 CP  08/01/2009 
     Le spese per vitto e alloggio anticipate dal cliente 

Come noto, le spese per vitto e alloggio sostenute da un professionista sono deducibili nel limite del 2% dei compensi percepiti nell’anno di imposta. Con la pubblicazione del DL 112/2008 (c.d. “Manovra d’estate”), l’IVA assolta per tali spese risulta ora interamente detraibile pur con un’ulteriore limitazione alla deducibilità pari al 75% dei costi sostenuti. I due limiti alla deducibilità, pertanto, ora si sommano: le spese di vitto e alloggio sono deducibili solo al 75% e comunque entro il limite del 2% dei compensi percepiti. Se però le suddette spese di vitto ed alloggio sono anticipate dal cliente (con una procedura un poco macchinosa) al professionista è consentita la detraibilità integrale dell’IVA e la deducibilità integrale dal reddito (niente 75% e 2%). In questa circolare esaminiamo, dunque, come deve fare il professionista per raggiungere questo risultato interessante specie per chi ha spese notevoli.

 CP  04/12/2008 
     I termini per l'accertamento 

Uno dei principali interrogativi, che ricorre assai di frequente, riguarda i tempi oltre i quali il Fisco non può più sottoporre ad accertamento i contribuenti. In pratica per non rendere il contribuente soggetto ad un potere impositivo indefinito, la legge pone dei vincoli temporali oltre i quali il Fisco decade dalla possibilità di accertare le imposte. Questa circolare richiama detti vincoli temporali ed offre una semplice tabella con l’ausilio della quale ciascun professionista potrà controllare la propria posizione.

 CP  20/11/2008 
     Dal 1° gennaio 2009 via libera al cumulo dei redditi 

Dal 2009 cade il divieto di cumulo per i pensionati che lavorano. Infatti, con lo scopo di incentivare la permanenza in attività dei pensionati e di contrastare il lavoro irregolare, con decorrenza 1° gennaio 2009, il DL 112/2008, convertito nella Legge 133/2008, prevede il superamento di ogni limite alla piena cumulabilità dei redditi da lavoro e da pensione. In sostanza, viene eliminata la trattenuta sulla pensione (parziale e totale) che scattava in capo ai pensionati che intraprendevano un’attività di lavoro dipendente o autonomo.

 CP  23/10/2008 
     Autoveicoli: acquisto, leasing o noleggio? 

Le numerose modifiche intervenute negli ultimi anni sulla deducibilità fiscale dei costi sostenuti per gli autoveicoli hanno comportato una revisione della convenienza tra le differenti forme di acquisto degli autoveicoli. Analizziamo gli aspetti fiscali che caratterizzano le diverse forme contrattuali di acquisto dei veicoli.

 CP  09/10/2008 
     Il ravvedimento operoso per l'omesso versamento dei tributi 

Mediante il ravvedimento operoso, i contribuenti hanno la facoltà di regolarizzare errori ed omissioni relativi al pagamento delle imposte (imposte risultanti dalle dichiarazioni, IVA periodica, ritenute di acconto, ecc.), beneficiando di una riduzione delle sanzioni applicabili. Esaminiamo le modalità ed i termini per usufruire di tale istituto.

 CP  25/09/2008 
     Servizi alberghieri e di ristorazione: detrazione integrale dell'IVA 

Il DL 112/2008 (c.d. “Manovra d’estate”) ha previsto, con decorrenza 1° settembre 2008, la detraibilità integrale dell’IVA relativa ai servizi alberghieri e di ristorazione. L’intervento legislativo si è reso necessario al fine di evitare nuove censure comunitarie per la limitazione alla detrazione IVA di tali servizi, storicamente imposta dall’ordinamento tributario nazionale. Al fine di compensare il minor gettito fiscale conseguente l’ampliamento del diritto alla detrazione IVA, viene prevista, a decorrere dall’esercizio 2009, la riduzione al 75% della misura di deducibilità degli oneri connessi alle prestazioni di vitto ed alloggio pur nel consueto limite globale del 2% dei compensi percepiti nel periodo d’imposta.

 CP  11/09/2008 
     Plusvalenze professionisti: l'Agenzia prende posizione 

Il DL 223/2006 (c.d. “Manovra Prodi”) ha previsto, anche nell’ambito dell’attività di lavoro autonomo, la rilevanza reddituale delle plusvalenze e minusvalenze realizzate mediante la cessione, a titolo oneroso, di beni strumentali. In assenza di specifiche indicazioni legislative, l’individuazione della decorrenza di tale disposizione normativa ha fomentato accesi dibattiti dottrinali che vengono finalmente risolti da un recentissimo intervento di prassi dell’Agenzia delle Entrate.

 CP  24/07/2008 
     Nuova linfa al redditometro 

Nell’ambito della c.d. Manovra estiva, viene dato nuovo impulso al redditometro prevedendo, nel triennio 2009/2011, almeno 35.000 controlli da effettuarsi con l’ausilio dei comuni e della Guardia di Finanza. Il redditometro rappresenta una forma di accertamento sintetico del reddito delle persone fisiche, utilizzato quale ausilio all’attività di accertamento dell’Amministrazione finanziaria. Tale metodologia di accertamento mira a ricostruire induttivamente il reddito complessivo del contribuente, presumendo l’esistenza di redditi non dichiarati, basandosi sul possesso e/o la disponibilità di determinati beni e servizi. Il nuovo intervento legislativo va ad assommarsi ai numerosi interventi di prassi intervenuti negli ultimi tempi, facendo presumere un rinnovato interesse del Fisco per l’accertamento sintetico; appare pertanto indispensabile comprenderne il meccanismo di funzionamento.

 CP  10/07/2008 
     IRAP lavoratori autonomi: la nuova posizione delle Entrate 

Recependo l’orientamento oramai consolidato della Cassazione in tema di esclusione dall’IRAP dei professionisti privi di autonoma organizzazione, l’Agenzia delle Entrate, con la recentissima Circolare n. 45/E, fissa i limiti quantitativi entro i quali tali contribuenti non sono soggetti a IRAP. Secondo le Entrate, non sussiste il requisito dell’autonoma organizzazione in capo ai professionisti in possesso dei requisiti per accedere al regime dei c.d. contribuenti minimi. Negli altri casi, l’assenza di autonoma organizzazione deve essere provata dal professionista e fatta valere in sede di contenzioso (Commissione Tributaria).

 CP  26/06/2008 
     Il trattamento fiscale del software 

Per lo svolgimento dell’attività professionale si verifica sempre più frequentemente la necessità di utilizzare programmi informatici con funzioni e modalità di acquisizione diverse. Di conseguenza si ritiene utile soffermarsi sul trattamento fiscale da applicare ai costi di acquisto di tali beni in quanto, alla luce della prassi più recente dell’Agenzia delle Entrate, la deducibilità si diversifica in base alla distinzione tra software di base e software applicativo e, per quest’ultimo, se acquisito in proprietà o con diritto di utilizzo.

 CP  12/06/2008 
     Spese di vitto e alloggio in occasione di partecipazione a convegni: dal 2008 IVA interamente deducibile 

A seguito della Finanziaria 2007, l’IVA assolta dai professionisti sulle prestazioni alberghiere e sulle somministrazioni di alimenti e bevande erogate in occasione della partecipazione a convegni, diviene, dal 1° gennaio 2008, completamente detraibile. Occorre comunque prestare la massima attenzione all’inerenza della spesa rispetto all’attività esercitata.

 CP  29/05/2008 
     Compensi incassati in contanti: dal 1° luglio 2008 il limite scende a 500 euro 

Il DL 223/2006 prevede l'obbligo, in capo ai lavoratori autonomi, di tenere uno o più conti correnti bancari o postali, in cui far affluire le somme riscosse nell'esercizio dell'attività e dove effettuare i prelevamenti per il pagamento delle spese. Per gli esercenti arti o professioni, è altresì previsto che i compensi in denaro superiori a € 1.000 vengano esclusivamente riscossi attraverso assegni non trasferibili, bonifici, oppure altre modalità di pagamento bancario o postale, nonché mediante sistemi di pagamento elettronico. Dal prossimo 1° luglio 2008, detta soglia di € 1.000, si riduce a € 500 per poi passare definitivamente a € 100 dal 1° luglio 2009.

 CP  15/05/2008 
     Le pensioni dei professionisti: la totalizzazione 

Il mondo del lavoro è sempre più orientato alla flessibilità ed alla mobilità delle esperienze lavorative, anche tra settori professionali estremamente diversi. Ciò spesso comporta, in capo allo stesso soggetto, la compresenza di più “spezzoni” contributivi presso gestioni previdenziali differenti (lavoro subordinato pubblico e privato, Gestione separata INPS, casse professionali, gestione artigiani commercianti, ecc.) che può risultare estremamente utile riportare ad unità per consentire la maturazione di un adeguato trattamento pensionistico. Lo strumento tradizionale per realizzare questa unificazione contributiva è stata la ricongiunzione. Tuttavia dal 2006 (legislativamente) ed in pratica dal 2007 (operativamente) alla ricongiunzione si è affiancato un altro strumento sicuramente interessante, la totalizzazione, che merita di essere preso in considerazione.

 CP  02/05/2008 
     Il credito d'imposta per le aggregazioni tra professionisti 

Come noto, la Legge Finanziaria 2008 ha introdotto nuovi incentivi a beneficio dei professionisti che scelgono di aggregarsi in forma di associazione o di società, al fine di migliorare la qualità dei servizi offerti. Infatti, il legislatore ha individuato nelle modeste dimensioni che caratterizzano le strutture professionali nazionali, uno dei principali limiti del comparto professionale, tale da ostacolare la competitività con i grandi studi internazionali e da incidere in maniera negativa sulle condizioni ed i prezzi praticati alla clientela. Tale agevolazione consta nell’attribuzione di un credito d’imposta pari al 15% dei costi sostenuti per la realizzazione dell’aggregazione in esame. Occorre comunque sottolineare che l’effettiva operatività di tale credito d’imposta, è subordinata all’autorizzazione della UE che potrebbe considerare tale misura quale “aiuto di Stato” anziché misura a carattere generale.

 CP  17/04/2008 
     Professionisti e nuovi limiti alla circolazione del denaro 

Come noto, è vietato il trasferimento di denaro contante quando il valore da trasferire sia complessivamente superiore a € 12.500 e tale operazione non transiti attraverso le banche o le poste. Il DL 56/2004 ha esteso ad alcune categorie di professionisti l’obbligo di segnalare le violazioni inerenti a tale limitazione, previsto per le banche e gli altri intermediari finanziari. Con l’emanazione del D.Lgs 231/2007, a decorrere dal prossimo 30 aprile, il limite al trasferimento del denaro contante viene ridotto da € 12.500 a € 5.000. Esaminiamo le modifiche apportate dal Decreto e gli obblighi in capo ai professionisti.

 CP  03/04/2008 
     Contribuenti minimi: i chiarimenti delle Entrate 

Come noto, a partire dall’1.1.2008 le persone fisiche residenti esercenti attività d’impresa o di lavoro autonomo, in presenza dei necessari requisiti, possono adottare il regime dei contribuenti minimi introdotto dalla Legge Finanziaria 2008. L’Agenzia delle Entrate ha fornito recentemente alcuni importanti chiarimenti per l’applicazione del regime in oggetto.

 CP  20/03/2008 
     Elenchi clienti e fornitori: le regole per il 2008 

Come noto, con decorrenza 2006, il DL 223/2006 ha reintrodotto l’obbligo di presentazione degli elenchi clienti/fornitori. L’adempimento interessa tutti i soggetti titolari di partita IVA che abbiano emesso o ricevuto fatture nel corso dell’esercizio. Poiché per il corrente anno 2008 non trovano più applicazione le semplificazioni/esclusioni previste per il 2006 ed il 2007, si ritiene utile riepilogare le disposizioni attualmente vigenti.

 CP  06/03/2008 
     IVA autoveicoli: le nuove disposizioni 

La Finanziaria 2008, con l’intento di recepire le indicazioni fornite dal Consiglio UE con la Decisione del 18.6.2007, modifica le regole di detrazione IVA degli autoveicoli prevedendo la detrazione forfetaria del 40% per i veicoli non utilizzati esclusivamente per lo svolgimento dell’attività professionale (uso promiscuo) e la detrazione totale per i veicoli utilizzati esclusivamente per l’esercizio dell’attività professionale (uso esclusivo). Un’altra rilevante novità, riguarda la possibilità di detrarre l’IVA pagata sui pedaggi autostradali.

 CP  21/02/2008 
     Finanziaria 2008: le principali novità 

A seguito della definitiva approvazione del Parlamento, è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 300 del 28.12.2007 la Legge Finanziaria per il 2008 (L. 244 del 28.12.2007). Esaminiamo le principali novità afferenti i soggetti IRPEF.

 CP  24/01/2008 
     Contribuenti minimi: i primi chiarimenti 

Come noto la Finanziaria 2008 ha introdotto un nuovo regime fiscale semplificato ed agevolato, destinato alle persone fisiche la cui attività di impresa o professionale sia riconducibile ai requisiti previsti dalla normativa in oggetto. Il nuovo regime, che sostituisce quello dei contribuenti marginali e quello della franchigia, diviene il regime naturale per i contribuenti che soddisfano i requisiti previsti. E’ comunque possibile, adottando un comportamento concludente, optare per il regime ordinario. L’Agenzia delle Entrate, con la Circolare n. 73/E del 21.12.2007, ha fornito un quadro completo della disciplina e delle modalità applicative.

 CP  10/01/2008 
     Scheda carburanti: la corretta compilazione 

Una recente pronuncia della Corte di Cassazione, invero molto restrittiva in termini di deducibilità dei costi, fa tornare d’attualità la ricorrente problematica afferente la corretta compilazione della scheda carburante. Considerato che l’errata o incompleta compilazione della scheda carburante può comportare, in sede di verifica fiscale, la ripresa a tassazione di costi precedentemente dedotti, si ritiene opportuno fornire alcune utili informazioni in tema.

 CP  29/11/2007 
     Al 30 novembre l'acconto per i contributi previdenziali 

Con il mese di novembre ritorna per i professionisti senza cassa iscritti alla Gestione separata INPS l’obbligo di versamento della seconda rata di acconto 2007 dei contributi previdenziali. L’acconto dovuto per il 2007 è pari all’80% del reddito conseguito nel 2006.

 CP  02/11/2007 
     DDL Finanziaria 2008: il regime dei contribuenti minimi 

IL DDL Finanziaria 2008 introduce un nuovo regime semplificato destinato alle persone fisiche che esercitano attività d’impresa o di lavoro autonomo con volume di ricavi/compensi pari o inferiore a € 30.000. Il nuovo regime prevede una notevole semplificazione degli adempimenti contabili e dichiarativi quali: l’esonero dagli obblighi IVA, dall’IRAP e dagli studi di settore. Il reddito è assoggettato ad un’imposta sostitutiva IRPEF del 20%. Si evidenzia che le disposizioni in esame saranno definitive ed entreranno in vigore dal 2008, solo se confermate nell’iter di approvazione parlamentare.

 CP  18/10/2007 
     Professionisti ed interessi di mora "automatici" 

Con il D.Lgs 231/2002 è stato introdotto un meccanismo di “maturazione automatica” degli interessi di mora nel caso in cui il debitore non paghi il corrispettivo dovuto entro il termine di 30 giorni, salvo deroga contrattuale stabilita tra le parti. La normativa in oggetto è applicabile anche ai professionisti seppur limitatamente alle prestazioni rese ad imprese e ad altri professionisti.

 CP  04/10/2007 
     Indennità di malattia per gli iscritti alla Gestione separata INPS 

La Finanziaria 2007 ha previsto l’estensione agli iscritti alla Gestione separata INPS (co.co.co., co.co.pro., mini co.co.co.), della tutela relativa all’indennità giornaliera di malattia a carico dell’INPS. Tale prestazione è autonoma e quindi va ad aggiungersi all’indennità già prevista per i ricoveri ospedalieri. L’INPS, con il Messaggio 21600 del 4.9.2007, ha comunicato di aver approntato la procedura di pagamento dell’indennità in oggetto.

 CP  21/09/2007 
     Il principio di cassa ed i recenti chiarimenti ministeriali 

Il principio di cassa e le recenti interpretazioni ministeriali per i pagamenti a "cavallo d'anno".

 CP  06/09/2007 
     Autoveicoli: trattamento IVA ed imposte dirette 

 CP  12/07/2007 
     IRAP e professionisti: gli effetti delle sentenze della Cassazione 

 CP  28/06/2007 
     Le spese per vitto ed alloggio 

 CP  14/06/2007 
     Dal 2007 l'ICI diviene compensabile 

 CP  31/05/2007 
     Il professionista e le spese telefoniche 

 CP  17/05/2007 
     Professionisti e movimenti finanziari: cautele 

 CP  03/05/2007 
     Le plusvalenze (e le minusvalenze) rilevano fiscalmente 

 CP  19/04/2007 
     Conviene ai professionisti acquisire immobili strumentali? 

 CP  05/04/2007 
     Conviene il rimborso IVA sulle auto dei professionisti? 

 CP  22/03/2007