CERCA:
LOGIN:           
SERVIZI

NEWS - Le sanzioni applicabili in caso di scarto di un lotto di fatture elettroniche

Le sanzioni applicabili in caso di scarto di un lotto di fatture elettroniche
 
  12 novembre 2019

Con Principio di Diritto n. 23/2019, l’Agenzia delle Entrata ha reso chiarimenti circa gli istituti applicabili alle sanzioni previste in caso di scarto di un lotto di fatture elettroniche. In particolare, poiché la fattura elettronica, o le fatture del lotto di cui al file scartato dal SdI, si considerano non emesse, trovano applicazione, non cumulativa, ma alternativa tra loro, i seguenti istituti: a) concorso di violazioni e continuazione (applicazione della sanzione che dovrebbe infliggersi per la violazione più grave, aumentata da un quarto al doppio di cui all'art. 12, D.Lgs. 472/1997); b) ravvedimento operoso (sanzione ridotta ad 1/10, 1/9, 1/8, e così via, di cui all'art. 13, D.Lgs. 472/1997). Sul punto si ricorda che la mancata emissione della fattura nei termini previsti comporta l’applicazione della sanzione tra il 90% ed il 180% dell’imposta relativa all’imponibile non correttamente documentato, con un minimo di € 500 (tra € 250 ed € 2.000 quando la violazione non ha inciso sulla corretta liquidazione del tributo). 


<<Torna Indietro