CERCA:
LOGIN:           
SERVIZI

NEWS - Gestione separata INPS: le aliquote 2019

Gestione separata INPS: le aliquote 2019
 
  8 febbraio 2019

Con Circolare n. 19/2019, l’INPS ha comunicato le aliquote, il valore minimale e il valore massimale del reddito erogato, per il calcolo dei contributi dovuti nel 2019 dai soggetti iscritti alla Gestione separata. In via preliminare, l’INPS ha ricordato che, a partire dal 2018, per i collaboratori e le figure assimilate iscritti in via esclusiva alla Gestione separata, è stato previsto l’aumento al 33% dell’aliquota contributiva e di computo, cui deve essere sommata l’aliquota contributiva aggiuntiva dello 0,51%, introdotta per il finanziamento della DIS-COLL e dovuta per i collaboratori, gli assegnisti e i dottorandi di ricerca con borsa di studio, i titolari degli uffici di amministrazione, i sindaci e revisori, iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata, non pensionati e privi di partita IVA, nonché l’ulteriore aliquota aggiuntiva dello 0,72%. Relativamente ai collaboratori e alle figure assimilate, iscritti alla Gestione separata e non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie, le aliquote contributive 2019 sono, come per l’anno scorso, pari al 34,23% in caso di contribuzione aggiuntiva DIS-COLL e, ove questa non sia prevista, pari al 33,72%. L’aliquota applicabile ai liberi professionisti con partita IVA, non iscritti ad altre gestioni obbligatorie né pensionati, rimane invariata al 25,72%, così come per gli iscritti titolari di pensioni o assicurati presso altre forme previdenziali obbligatorie, per i quali l’aliquota 2019 è confermata al 24%. Dette aliquote sono applicabili fino al raggiungimento del massimale annuo di reddito imponibile, pari, per l’anno 2019, a € 102.543. Il minimale di reddito per l’accredito contributivo è fissato nella misura di € 15.878 e, pertanto, gli iscritti per i quali è applicata l’aliquota del 24%, avranno l’accredito dell’intero anno con un contributo annuo di € 3.810,72, mentre gli iscritti per i quali il calcolo della contribuzione avviene applicando l’aliquota maggiore, avranno l’accredito con un contributo annuale pari a € 4.083,82 per i liberi professionisti che applicano l’aliquota del 25,72%, a € 5.354,06 per i collaboratori che applicano l’aliquota del 33,72%, nonché a € 5.435,04 per i soggetti assoggettati all’aliquota del 34,3%.


<<Torna Indietro