CERCA:
LOGIN:           
SERVIZI

NEWS - Definite le istruzioni per aderire alla definizione agevolata

Definite le istruzioni per aderire alla definizione agevolata
 
  13 novembre 2018

Con Provvedimento 9.11.2018, l’Agenzia delle Entrate ha definito le regole per la definizione agevolata degli atti del procedimento di accertamento non ancora definiti al 24.10.2018 (data di entrata in vigore del DL 119/2018). In particolare, l’Agenzia delle Entrate ha definito le modalità e i termini di versamento relativi agli avvisi di accertamento, di rettifica e di liquidazione, agli atti di recupero, agli inviti al contraddittorio e agli accertamenti con adesione, notificati o sottoscritti fino al 24.10.2018. Il provvedimento precisa che sono integralmente e complessivamente dovuti tutti i tributi e gli eventuali contributi indicati nell’atto oggetto di definizione agevolata, ad eccezione degli importi per sanzioni amministrative, interessi e spese accessorie. Non possono formare oggetto di definizione agevolata gli atti definiti con altre modalità, oppure impugnati entro il 24.102018 o anche successivamente. Le scadenze entro cui effettuare il versamento richiesto per il perfezionamento della definizione sono diversificate in base al tipo di atto: a) per gli avvisi di accertamento, di rettifica e di liquidazione e gli atti di recupero, il termine per il versamento (unica soluzione o prima rata) scade il 23.11.2018 oppure, se più ampio, entro il termine utile per la proposizione del ricorso; b) per gli inviti al contraddittorio, il termine per il versamento (unica soluzione o prima rata) scade il 23.11.2018; c) gli accertamenti con adesione possono essere definiti versando i tributi ed i contributi dovuti entro il 13.11.2018. In caso di pagamento rateale, il versamento delle somme può essere effettuato in un massimo di 20 rate trimestrali di pari importo.


<<Torna Indietro