CERCA:
LOGIN:           
SERVIZI

NEWS - Rimborsi spese esclusi dalla tracciabilità delle retribuzioni

Rimborsi spese esclusi dalla tracciabilità delle retribuzioni
 
  30 luglio 2018

Con il Parere n. 6201/2018, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha precisato che gli anticipi di cassa delle spese che i lavoratori sostengono nell’interesse del datore di lavoro e nell’esecuzione della prestazione (come, ad esempio, i rimborsi delle spese di viaggio, vitto e alloggio per trasferte e trasferimenti), non sono soggetti al nuovo obbligo di tracciabilità dei pagamenti. Secondo l’Ispettorato Nazionale del Lavoro, in particolare, l'obbligo di utilizzare i mezzi di pagamento tracciabili riguarda esclusivamente gli elementi della retribuzione, restandone così esclusa la corresponsione di somme a diverso titolo. Restano poi esclusi dal perimetro di applicazione della disciplina gli anticipi di spese per conto del datore di lavoro, ancorché sostenuti per finalità diverse dalla trasferta (si veda la TA n. 57/2018).


<<Torna Indietro