CERCA:
LOGIN:           
SERVIZI

NEWS - La proroga al 6.4.2018 per la trasmissione dello spesometro del secondo

La proroga al 6.4.2018 per la trasmissione dello spesometro del secondo semestre 2017
 
  6 febbraio 2018

Dopo la fase di consultazione seguita alla pubblicazione della bozza (si veda la TA n. 5/2018), sul sito Internet dell’Agenzia delle Entrate è disponibile la versione definitiva del Provvedimento 5.2.2018, con il quale, in attuazione delle novità apportate dal DL 148/2017 e dalla L. 205/2017, sono modificate le specifiche tecniche (e i relativi allegati) per la predisposizione e la trasmissione telematica della Comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute. Il provvedimento proroga al 6.4.2018 il termine di trasmissione della Comunicazione dati fatture riferita al secondo semestre 2017; la proroga riguarda anche la comunicazione opzionale di cui al D.Lgs. 127/2015 e le eventuali rettifiche delle comunicazioni relative al primo semestre 2017 (alle quali non saranno applicate sanzioni per l'errata trasmissione dei dati). Con riguardo al 2018, invece, la Comunicazione dati fatture e la comunicazione opzionale di cui al D.Lgs. 127/2015 possono essere inviate su base trimestrale (1° trimestre entro il 31.5.2018, 2° trimestre entro il 1.10.2018, 3° trimestre entro il 30.11.2018 e 4° trimestre entro il 28.2.2019) o semestrale (1° semestre entro il 1.10.2018 e 2° semestre entro il 28.2.2019) a scelta del contribuente. Il provvedimento interviene anche sulle regole di compilazione della comunicazione, prevedendo l'invio dei soli seguenti dati analitici: a) partita IVA dei soggetti coinvolti nelle operazioni (codice fiscale per i soggetti che non agiscono nell’esercizio d’imprese, arti e professioni); b) data e numero della fattura; c) base imponibile, aliquota e imposta; d) tipologia dell’operazione ai fini IVA (qualora l’imposta non sia indicata in fattura). Inoltre, per le fatture emesse e ricevute d’importo inferiore a € 300, registrate cumulativamente, è prevista la possibilità di trasmettere, in luogo dei dati analitici delle singole fatture, alcuni dati del documento riepilogativo. Il provvedimento precisa che le nuove regole tecniche, ossia la riduzione del contenuto informativo obbligatorio, sono utilizzabili anche per la Comunicazione opzionale dei dati delle fatture di cui al D.Lgs. 127/2015 e per l’integrazione delle comunicazioni relative al primo semestre 2017 in caso di errato invio dei dati. Infine, per facilitare contribuenti e intermediari nella predisposizione e trasmissione della comunicazione, sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono ora disponibili due pacchetti software (uno per il controllo e l'altro per la compilazione della comunicazione).


<<Torna Indietro